Babaji il Cristos Indiano: lo Yogi dai poteri simili al Cristo

Babaji il Cristos Indiano: lo Yogi dai poteri simili al Cristo

Questa lettura sarà un viaggio ai confini della realtà. Un viaggio che condurrà verso la comprensione di Mahamuni Babaji il Cristos Indiano: un’Entità illuminata, ascesa, che da tempo immemore veglia sull’intera umanità.

Come si evince dal libro bestseller “Autobiografia di uno Yogi”, è l’Illuminato Paramhansa Yogananda a introdurre per la prima volta il Maestro Asceso Babaji; considerato il “Re degli Yogi”, il Maestro di tutti i Maestri, lo Yogi immortale capace di trascendere il tempo e lo spazio.

I racconti di Yogananda sono stati il precursore, l’apripista alla diffusione delle leggende che abitano intorno a una delle figure più iconiche di tutta l’India: Mahamuni Babaji. Ad ogni modo, questo dipinto dai mille colori con cui Yogananda ha comunicato le grandi imprese di questo essere spirituale, rappresentano solo un piccolo frammento di un’opera ben più vasta le cui radici affondano proprio vicino a noi, in Italia.

Anche se può suonare strano, Yogananda è stato Colui che ha introdotto al “Grande Pubblico” la Presenza Divina di Babaji, ma a farlo conoscere per ciò che E’ realmente, ovvero come “Cristos Indiano“, è stato ed è tutt’oggi un Illuminato italiano: Francesco Boemi, in arte Mikado Francescoji.

Mahamuni Babaji è il Fratello in Spirito e Verità del Cristo, il Cristo Indiano, che è sempre presente nel mondo ad un piccolo gruppo di discepoli che sono pronti karmicamente a ricevere gli insegnamenti necessari per trascendere la carne e congiungersi con il proprio Spirito.

Proprio nel territorio italiano esiste un “tesoro prezioso”, un’Anima Illuminata che ha avuto l’immenso onore di divenire suo Messaggero e di vivere a fianco di Mahamuni Bababji per alcuni anni e che, con altrettanta semplicità, sta diffondendo il suo verbo cristico a tutti coloro che sono aperti ad accogliere la sua Parola fatta di amore, semplicità e saggezza.

Pertanto, il Cristo indiano non verrà descritto tramite le famose parole di Yogananda ma bensì attraverso le parole anonime di Mikado Francescoji, poiché per sua gentile concessione sarete catapultati direttamente nei racconti presenti nel suo libro “Tre anni a Shamballa con il Kristos Indiano” (Acquista QUA) i quali vi doneranno le chiavi necessarie per comprendere l’Essenza immortale, onnisciente e onnipresente di Mahamuni Babaji.

 

Se senti il bisogno impellente di approfondire la figura divina di Babaji, consiglio caldamente la lettura della mia storia vissuta alla grotta di Babaji, in India, dove ho incontrato un maestro illuminato mandato direttamente dal Cristo indiano per iniziarmi al Kriya Yoga: Il mio viaggio alla grotta di babaji: il grande incontro

CHI E’ MIKADO FRANCESCOJI?

 

Non è la prima volta che mi trovo ad introdurre la storia di Francesco Boemi, in arte Mikado Francescoji. Come ho scritto nel libro gratuito “Tutta la verità e le prove sull’esistenza dei Regni di Shamballa e Agartha”, descrivere un’Anima Illuminata non è facile. Si rischia di far passare una entità pura, genuina e libera dai vincoli dell’ego e del karma, come qualcosa di teatrale, quasi di natura fenomenica, che si fa protagonista di storie esagerate e del tutto inventate.

Francesco nasce a Roma e, all’età di 5 anni, risveglia una delle sue vite passate nelle vesti di Mikao Usui Sawaguchi, figlio dell’Imperatore Komei-tennò e di Doshika Sawaguchi, sostenendo di essere uno dei custodi immortali del Reiki Fuji, l’insegnamento esoterico per eccellenza dell’impero giapponese.

Dall’età di sette anni, sostiene di essere cresciuto in astrale insieme a Babaji e altri Componenti della Famiglia Reale Imperiale in dei luoghi eterici presenti a Shamballah.

Nel 1995, dopo una vita dedicata alla Metafonia o contatto con l’aldilà attraverso un semplice registratore, apre su invito dei Maestri Spirituali un’associazione chiamata “La Porta del Paradiso”, il suo fine è fondere in perfetto amore tutti gli insegnamenti Cristici risvegliati e altri gradualmente in fase di esplosione…con lo scopo di dare il suo contributo come Strumento Spirituale-Cristico affinché avvenga una giusta evoluzione umana.

Nel 2003-2005, dopo aver viaggiato in lungo e in largo in Giappone, diffondendo il suo verbo attraverso libri, corsi e video, si dichiara ufficialmente il primo illuminato del terzo millennio, ispirando le persone a cercare una Spiritualità non presente nel quotidiano e a condurre una vita in contatto diretto con il proprio karma o destino.

Dopo questa prima fase, Francesco inizia a viaggiare in Mongolia, Siria, India e, infine, sulle alte vette dell’Hymalaya dove lì, nel 2009, incontrerà Mahamuni Babaji e riceverà proprio da lui la carica di “JI”, ovvero la massima espressione di Rispetto divino che un essere umano può assorbire come riconoscimento Spirituale-Cristico e l’ufficialità di essere il nuovo Messaggero di Shamballa.

 

Prima di immergerci dentro il cuore incondizionato di Mahamuni Babaji, desidero sottolineare fermamente qualcosa su cui vige molta confusione: il Maestro Immortale Mahamuni Bababji, descritto da Yogananda e Mikado Francescoji, non ha niente a che vedere con Mahavatar Babaji di Harikhand.

Molte persone sono convinte che Mahavatar Babaji (vissuto tra il 1970 e il 1982) fosse la reincarnazione di Mahamuni Babaji ma, tuttavia, si tratta di una falsità che non ha fondo di verità. Il termine “Babaji” non è un nome ma bensì una dicitura, un’espressione indiana che prende il significato di “Riverito” o “Santo Padre”. In India, sono tanti gli Illuminati che hanno portato addosso questa espressione di riconoscimento. Non c’è quindi motivo per accostare queste due Anime Realizzate, poiché come afferma lo stesso Mikado Francescoji: ” Sri Babaji di Harikhand ha affermato più volte di essere la reincarnazione di Hairakhanwa Baba (1840-1922), un Essere di Luce Indiano che ha fatto nel suo tempo migliaia di miracoli “.

 

CONVERSAZIONI DI MIKADO FRANCESCOJI CON MAHAMUNI BABAJI

 

Per gentile concessione di Mikado Francescoji ti lascio alcuni passaggi del suo libro ” Tre anni a Shamballa con Babaji il Kristos Indiano” (Acquista QUA). Buona lettura e che tu possa soddisfare quella sete di conoscenza che ti ha condotto proprio qua, a leggere queste parole.

“Da oltre cinque anni mi rifugio una volta l’anno nella magnificenza della montagna per eccellenza, lì dove l’uomo si perde nel nulla: la catena himalayana. Le montagne dell’Himalaya sono ancora nel travaglio della creazione di Dio. Sono giovani anaconde giganti, terribili nella loro spietata giovinezza. L’altopiano dell’Asia centrale, con il Pakistan, il Kashmir, l’India, il Tibet e il Nepal vive di questa bellezza….Questo meraviglioso angolo del mondo ospita coloro che si sono sciolti dalle catene karmiche: gli Illuminati. In questi posti vive ufficialmente l’immortale Mahamuni Babaji di Badrinath e ora Io, Mikado Francescoji, sono pronto a raccontarvi i mie tre intensi anni vissuti in corpo e Spirito accanto a Lui. Vivere il contatto con Mahamuni Babaji significa entrare in un mondo dove l’uomo, plasmato dal suo occulto Amore Incondizionato, viene rapito dal paesaggio e dalle forze della natura che lo spingono passo dopo passo, verso difficoltà sempre maggiori che lui stesso pone ai suoi devoti allievi per poter arrivare dinanzi alla sua presenza. In contatto energetico attivo con lui, può verificarsi una strana trasformazione dentro se stessi. 

E’ come se si vivesse la consapevolezza di sperimentare un processo di purificazione interiore che ci permette la neutralizzazione di un peso materiale dall’anima…

Oltre a sollevare la nostra consapevolezza spirituale a un livello superiore ed acquisire una sensibilità e una lucidità che nemmeno si pensava di avere dentro di noi. Si riscoprono e risvegliano emozioni ormai sopite nel nostro profondo essere che fanno vivere un’armonia, una pace insita in noi, ma mai provata prima. Tutto questo è dovuto al risveglio di emozioni karmiche ormai assopite nel nostro profondo interiore, e alla consapevolezza di aver ascoltato il richiamo di un Amore Incondizionato che parte da Mahamuni Babaji di Badrinath.”

“Credo che ora sia arrivato il momento di iniziare a lasciare andare quella fonte infinita che è in me e raccontarvi la sublime esperienza vissuta con una parte integrante della mia esistenza: Mahamuni Babaji di Badrinath! Auguro a tutti i lettori di trasformare dolcemente la curiosità o il sano scetticismo riguardo alla storia che sto per raccontarvi in sorprendente emulazione, gioia e Valore verso la Vita! Nel nome dell’immortalità”

Ciao Mikado, puoi dirmi che tipo di affetto ti lega a Mahamuni Babaji? 

Ciao mio Amato Maurizio. Rispondo con gioia a questa tua prima domanda e ti dico che l’amore che provo per Mahamuni Babaji di Badrinath è eterno. Mi ha cresciuto in astrale fin da bambino.

Dove?

Su un piano eterico, a Shamballa!

Mikado, qual è il tuo messaggio?

Di abbracciare nel mio piccolo Cuore tutti coloro che arriveranno a leggere questo libro e di farlo nelle Vesti di Messaggero Sorridente di Gesù il Cristo, Babaji il Cristos indiano, Mahavatar Babaji di Haidakhan e di Tutti gli Esseri di Luce, pregando te e colui che legge questo testo di custodire l’unificato messaggio Cristico nel vostro immenso cuore: “Il Regno di Dio è dentro di te e tutto intorno a te. Non in Templi di legno e pietra. Spacca un pezzo di legno e io ci sarò, solleva una pietra e mi troverai.”

Chi è per te Babaji il Cristos indiano? 

E’ il Guru Supremo e personale di tutti Noi Illuminati. Lui è l’Illuminato degli Illuminati. Mentre sono con lui a Shamballah, vederlo vestito in jeans e camicia scozzese, il mio cuore si espande all’infinito e la mia comunione con Lui culmina nella “Visione Universale dell’Amore Incondizionato” all’interno della quale sperimento la presenza di Babaji il Cristos indiano, di Mio Fratello Gesù il Cristo e di Dio in ogni cosa.

Lui è sempre attivo?

Sempre! Tutti noi siamo assistiti spiritualmente dall’Immortale Babaji il Cristos indiano, poiché il suo ruolo è quello di ispirare i leader Spirituali che si trovano sulla linea del fronte dei movimenti di Illuminazione.

Ma Babaji è il suo vero nome?

No! Lui è il Cristos indiano. E’ senza nome e senza cognome. Lui è! Non utilizza un nome per se stesso.

Come è nato il nome di Babaji?

Fu dato dal suo principale discepolo del Kriya, Lahiri Mahasaya. Il suo intento era solo dare a lui il giusto valore.

Che cosa significa “Mahamuni”? 

Supremo Maestro Estatico o Grande Incarnazione di Dio.

Qual è la sua residenza?

Nel corso dell’ultimo secolo la residenza principale di Babaji il Cristos indiano è stata la catena Himalayana nel nord dell’India, nella zona di montagna vicino a Badrinarayan, non lontano dal confine con il Nepal. Oggi, vive a Shamballah!

Stai parlando del leggendario regno d’oro?

Sì, sto parlando dell’invisibile luogo dove vivono gli Illuminati e anche del famoso Regno predetto da Gesù il Cristo 2013 anni fa a Pilato: “Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù.”

NOTA: se vuoi approfondire l’argomento e le tematiche che riguardano Shamballa, è disponibile il mio libro gratuito che puoi leggere o scaricare qua direttamente dal sito: “Tutta la verità e le prove dell’esistenza dei Regni di Shamballa e Agartha”. In questo libro è stata anche rilasciata la prima foto ufficiale che ritrae uno dei templi di Shamballa, scattata appunto da Mikado Francescoji.

Mikado, come ti sei preparato all’incontro con Babaji? 

Non mi sono preparato a questo incontro. E’ stato lui che insieme a Gesù l’ha voluto e mi ha guidato per viverlo.

In che modo? 

Attraverso l’unico modo per raggiungere gli Illuminati: digiuno e perseveranza spirituale.

 Mikado, come è stato il primo incontro? 

Mi sono incontrato con Babaji all’interno della grotta di Dunagiri per poi essere da lui proiettato nei cunicoli e grotte segrete all’interno della montagna.

Hai pensato alle conseguenze di ciò che scriverai riguardo alla verità su Mahamuni Babaji? 

Sono cosciente che la possibilità di rapportarsi alla vita di Mahamuni Babaji è ciò di cui ha disperatamente bisogno questo pianeta bloccato in una spirale autodistruttiva, pertanto non desidero pensare a ciò che si è scritto su di lui. Voglio solo farvi conoscere ciò che ho vissuto con lui e farlo con il mio semplice linguaggio.

Che cosa stai pensando in questo momento? 

Il mio primo pensiero va al momento in cui, nel mese di aprile 2012, mi sono trovato all’interno della sua grotta di Dunagiri.

Sdraiato?

Si, ho sentito il bisogno di lasciare il mio corpo (Nota: in questo caso Mikado Francescoji si riferisce alla tecnica spirituale di staccarsi con il corpo astrale dal proprio corpo fisico) in un angolo della divina grotta e farmi risucchiare dal suo richiamo d’amore. Fu un attimo vederlo, bello e splendente davanti a me con accanto l’amata tigre Om. La gioia collettiva era padrona del tempo. Guardai entrambi e in un attimo li abbracciai forte a me, per poi dire a zio: “Son molto felice di essere con voi.” 

Cosa ti ha detto?

Mahamuni Babaji: “La felicità è difficile mio amato Francesco, perché è assenza di desiderio, distacco, come il Signore Krishna ci insegna nella Bhagavad-Gita e questo è molto difficile.” 

Devo controllare i miei desideri?

Mahamuni Babaji: “Chi dice di controllare? L’uomo che reprime se stesso senza raziocinio è nel male quanto colui che si abbandona al male. Non è forse scritto nel Canto di Dio: “Gli astinenti fuggono da ciò che desiderano, Ma portano con sé i propri desideri; e i desideri insoddisfatti corrompono nell’intimo.”

Zio, duro è stato il cammino per arrivare a te. (Nota: In alcuni casi Francesco identifica Bababji come un zio, poiché fin da piccolo ha vissuto con lui sul piano astrale e, quindi, lo vede proprio come una figura paterna)

Mahamuni Babaji: “Francesco, la via del distacco è ardua, più della scalata di un’altissima montagna. Per far questo, mi sembra, l’uomo deve aver camminato nelle valli e sulle colline, assaggiato molte delle gioie della vita e avere un cuore colmo, prima di poter lasciare ogni cosa.” 

Il mio cuore sembra essersi rimpicciolito, in questi ultimi anni (2008-13). I miei allievi si sono ribellati ai mie insegnamenti e alla mia guida. Cosa devo fare?

Mahamuni Babaji: “ Francescoji, il loro destino si è interrotto e il karma si è manifestato nelle vostre vite. Prima di venire a “NOI”, dovevi essere libero da questi cordoni karmici.” 

Cosa devo fare ora?

Mahamuni Babaji: “Perdonare e dimenticare, questo deve essere il tuo motto e questo accade a coloro che camminano nella grande Via che porta alla conoscenza e al contatto con il Cristo. Lo Spirito degli uomini è debole. Il cuore si rinchiude in se stesso, si rattrappisce sotto i colpi, si contrae e muore. E poi… miracolo! Fiorisce di nuovamente, ma con grande timidezza e questo è il momento della scelta mio amato Mikado Francescoji.” 

Zio, perché mi chiami Mikado Francescoji?

Mahamuni Babaji: “Francescoji, grazie a te il mondo intero ha potuto conoscere il profondo significato del Titolo di Mikado. Nel tuo DNA Spirituale vi è la cellula Cristica Reale Imperiale. Tu, sei andato oltre questo nobile Titolo; oggi Io, Babaji il Cristos indiano ti dono, a nome di tutta il Regno degli Illuminati, il divino Titolo di “JI.” 

Zio, che significa tutto ciò?

“Francecoji, JI è un Titolo divino di Rispetto Superiore e tu l’hai conquistato ufficialmente con la tua infinita fede e perseveranza Cristica. Il mondo intero ora conosce che Mikado Francescoji, ha il Rispetto degli Immortali.” 

Mikado, che altro ti ha detto? 

Mahamuni Babaji: “Francescoji, ti ho visto salutare la tua famiglia come se fosse l’ultimo atto della tua vita. Mi sei venuto incontro con fede e in quel poco tempo avuto a tua disposizione, sei entrato nella mia grotta, svelando tutti i segreti da me tenuti volutamente nascosti al mondo intero. Prenditi ora il tuo tempo e quando sarai pronto, trasmetti all’umanità i misteri sulla mia vita e come si arriva a “Noi” Immortali, ben cosciente che prima di vivere tale processo, bisogna trovarsi nudi davanti all’incrocio della grande Via e vedere davanti a se tre nebbiosi bivi che chiedono risposta a tre profonde domande: 1° Sei ciò che credi di essere? 2° Sei ciò che gli altri credono che tu sia? 3° Sei ciò che realmente sei?

Hai risposto alle sue tre domande? 

Si, ho guardato con affetto Mahamuni Babaji di Bradinath e gli ho detto: “O mio amato Mahamuni Babaji, finalmente è arrivato il momento di darti le mie tre riflessive risposte: 1° Sappi che sono stato per lungo tempo prigioniero del mio inconscio e di ciò che credevo di essere per Amore Cristico. 2° Ti confesso che inizialmente ho provato molto gusto a vivere nella visione altrui, per poi ammettere che il dolce gusto si è trasformato in amara vergogna. 3° Oggi, dopo una mia voluta purificazione karmica iniziata nel 2008 in Kashmir e terminata in piena coscienza all’interno di questa tua sacra grotta, sono consapevole di essermi spogliato di ogni abito invisibile e felice per la gioia di guardarmi quotidianamente allo specchio e dire: Mikado Francesco, sono Orgoglioso di Te!”

Mahamuni Babaji ti ha risposto? 

Lui, mi risponde sempre con voce armoniosamente paterna: “Mikado Francesco, in questi ultimi tre anni hai vissuto la consapevolezza di essere la Guida del leggendario esercito dei Guerrieri della Pace e che si sta combattendo la fase finale della più grande rivoluzione spirituale di tutti i tempi. Ritorna nel tuo quotidiano con il mio immortale Rispetto e dì a tutti che non prenderò mai sembianza in un corpo materiale. Inoltrati nel silenzio e lascia che le tue opere parlino per te.

Mikado Francesco, assorbi la Mia Benedizione e lascia che Francesco sia il cuore della storia da te trasformata in leggenda. Dovrai prendere la decisione entro il 7 maggio, di manifestarti ufficialmente al mondo intero nelle tue nuove Vesti di “Mikado Francescoji”.

Alzai gli occhi verso di lui e davanti a me c’era il nulla. Babaji e Om erano spariti nel nulla, lasciando nell’aria il loro profumo. Il consapevole abbraccio Cristico.

Che cosa significa il JI al termine di Francesco? 

Racchiude il Rispetto degli Illuminati. E’ un Titolo divino ricevuto personalmente da Babaji il Cristos indiano. Si dona a quelle rare persone che vivono consapevolmente per l’evoluzione Spirituale collettiva, lasciando dietro di loro Opere che saranno comprese nel tempo.

Perché questo cambiamento? 

Mahamuni Babji di Badrinath e tutta la Comunità degli Illuminati che ho incontrato in questi ultimi cinque anni, mi hanno convinto che era arrivato il momento di lasciare vivere liberamente l’Illuminato dichiarato che è in Me: Mikado Francescoji e dire a cuore aperto: Io Sono ciò che Sono!

Mikado, che ne dici di scrivere la tua esperienza vissuta con Mahamuni Babaji in un linguaggio semplice, pensando a quell’occidentale che nulla sa di termini sanscriti e indiani? 

Ti metto al corrente che ho ricevuto la benedizione di Mahamuni Babaji di Badrinath per raccontare il mio rapporto con lui. Questo è il tempo predetto al grande risveglio (NOTA:per “grande risveglio” Francesco si riferisce al periodo temporale che l’umanità si sta apprestando a vivere in tutta la sua bellezza, ovvero l’Età dell’Oro o dell’Acquario) e il tutto si baserà sul linguaggio della semplicità.

 

I misteri della montagna sacra di Dunagiri, Sede immortale della Grotta di Babaji il Cristos indiano

 

Mikado, che sai dirmi della grotta ufficiale di Babaji il Cristos indiano? 

Quella ufficiale sta a Dunagiri, ma è soltanto il 21% della sua reale grandezza.

Mikado, mi vuoi dire che milioni di persone che sono entrate con la convinzione che quella fosse la reale grotta di Babaji il Cristos indiano, sono all’oscuro della sua vera realtà?

Quando lo Spirito della moltitudine sarà completamente purificato, Verità con la “V” maiuscola verranno davanti a loro. Maurizio, questo processo è valido per tutti.

Anche per te?

E’ valido per me allo stesso modo che è stato valido per Mosè, Siddharta, Gesù il Cristo, Babaji il Cristos indiano, Mahavatar Babaji di Herakhan e tutti coloro che come “Noi” si sono messi in discussione per diventare Esseri di Luce. Maurizio, ti dono la risposta prima della domanda: è valido anche per te e sappi che per assorbire il totale Amore di Babaji il Cristos indiano e avere una possibilità di incontrarlo “casualmente”, bisogna essere pronti e, per esserlo, bisogna assorbire quella Verità con la “V” maiuscola che ti rende liberi.

Mikado, puoi portarmi a conoscenza di alcune importanti materializzazioni di Babaji il Cristos indiano?

Ci provo. Premetto che per quello che hanno visto direttamente i miei poveri occhi, nessuna immagine fisica può dare giustizia.

Parli anche della foto fatta conoscere da Yogananda nel suo famoso libro Autobiografia di uno yogi? 

Sì, parlo anche di quel dipinto ma parlo in particolare di quelle false immagine uscite in questo nuovo tempo.

Sai dirmi che età aveva Babaji nella storica immagine fatta conoscere da Yogananda?

Affermo con convinzione che aveva 16 anni.

Da dove arriva questa tua convinzione? 

Da Lui!

Perché giovane?

Per il semplice motivo che la cultura occidentale crede che Dio sia vecchio con la barba bianca. La riflessione da fare è questa: qualcuno ha mai visto Gesù il Cristo, il Dio incarnato vecchio con la barba bianca? Maurizio, sia Gesù il Cristo che Babaji il Cristos indiano hanno fermato la morte materiale e sono bellezza, luce e Amore Incondizionato per l’ eternità.

Mi emozioni mio Mikado. Posso chiederti come si manifesta Babaji il Cristos indiano?

Penetrando i cuori grazie ad un rapporto devozionale personale che gli permette di guidarli nella loro evoluzione. Il rapporto che si crea tra Babaji e ognuno di noi è unico, dipende dai nostri bisogni e dalla nostra natura individuale. Babaji è il Cristos indiano, come Gesù il Cristo è il nostro immortale “Tutto”.

Entra nel cuore?

Esplode nel Cuore facendoci vivere la “Visione Universale dell’Amore” all’interno della quale sperimentiamo la presenza di Babaji in ogni cosa.

Quale compito ti ha dato?

Alcuni Sufi e Guru indiani mi hanno detto che è il più pesante: confrontarmi con i falsi maestri spirituali e domandare alla moltitudine di lasciare libero il proprio immenso cuore nel dire la più semplice preghiera per la mia povera essenza divina.

Perché hai bisogno della nostra preghiera?

Uno dei compiti che mi ha dato è quello di affermare che questo è il Tempo che mi è stato da Lui predetto, in cui, il 90% dei misteri della Sua Immortale vita verranno da Me, proclamati al Mondo intero attraverso due mie Opere.

 

Tratto dal libro “Tre anni a Shamballa con il Cristos Indiano” Acquista QUA.

 

UN MESSAGGIO PER IL FUTURO DA BABAJI IL CRISTOS INDIANO

 

In un recente post, datato 11 Giugno 2021, Mikado Francescoji ha rilasciato una comunicazione fatta direttamente da Babaji il Cristos Indiano, in cui vengono descritti gli eventi futuri dei prossimi quattro anni:

“Mi è apparso Mahamuni Babaji il Cristos Indiano dal nulla e mi ha detto con un sorriso che ha voluto farmi la sorpresa di questo video che immortala parte del mio vissuto accanto a lui ( Nota: parte del testo del video comprende l’introduzione fatta da Bababji su Mikado Francescoji, comunqua QUA potrai trovare il video integrale). Mi è stato chiesto inoltre di dare un messaggio nelle vesti ufficiale di Messaggero di Shamballah. 
Quello che desidero dirvi con semplici parole è che finalmente siamo usciti fuori dal tunnel che il Covid-19  (Data 11 Giugno 2021) ci ha portato con violenza. Sappiate che l’anno terminerà nel totale rispetto verso la vita e a iniziare dal 2022, ci sarà un periodo di tre anni di assestamento che porterà le grande Nazioni e le Religioni ufficiali a vivere un personale equilibrio interno. Questo processo politico mondiale sarà guidato principalmente da donne. Insieme alle Religioni con a capo Guide neutrali, aiuteranno la vecchia generazione ad avere fiducia nell’oggi ma soprattutto in una moltitudine di bambini della nuova generazione, pronti con il loro QI superiore, a dare il loro contributo a un veloce cambiamento. Il mio compito sarà quello di continuare a risvegliare Maestri Spirituali affinché insieme aiutiamo il ritorno di una moltitudine di Illuminati che si sono incarnati in ogni angolo della Terra con il solo fine di alzare le frequenza ad un alto stato di crescita spirituale-Cristica. Sappiate che continuerò a fare quello che mi viene facile fare: trasmettervi Verità complicate con irreale semplicità.
Abbiate cura di voi!!💖

Mikado Francescoji

 

Il viaggio sta per concludersi, tante sono state le informazioni condivise attraverso questa lettura, e tanti sono stati i segreti resi disponibili sulla Presenza Divina di Mahamuni Babaji il Cristos Indiano. Ti auguro una meravigliosa vita e che tutte queste informazioni possano un giorno aiutarti a comprendere la tua Divinità Interiore che tutto può, tutto fa e tutto crea.

Un forte abbraccio, stammi bene. Riccardo Ciattini.

Tag:#Babaji è gesù #babaji maestro indiano #chi è babaji #babji e yogananda #babaji autobiografia di uno yogi

One thought on “Babaji il Cristos Indiano: lo Yogi dai poteri simili al Cristo

  1. Its like you read my mind! You appear to know a lot about this, like you
    wrote the book in it or something. I think that you can do with
    a few pics to drive the message home a bit, but instead
    of that, this is great blog. An excellent read. I will definitely be back.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *