Le migliori frasi sulla reincarnazione dei maestri spirituali

Le migliori frasi sulla reincarnazione dei maestri spirituali

La Legge della Reincarnazione è una legge della natura che spinge ciò che chiamiamo globalmente un’Anima a rivestire differenti corpi nel corso del viaggio terreno. Come ho spiegato nell’articolo di approfondimento L’Anima è immortale: come funziona la reincarnazione e anche nel mio libro La Legge di Attrazione al servizio dell’Anima, quando il corpo fisico muore, l’Anima non cessa di esistere ma continua a proseguire il suo viaggio evolutivo in altre dimensioni e, in seguito, in nuove esperienze terrene. La morte è solo il ritiro della vita dai rivestimenti esterni che vengono lasciati nuovamente inanimati. Non è la fine di tutto, ma semplicemente la chiusura di un capitolo che va a comporre un libro dalle pagine quasi infinite.

Ad ogni modo, in questa lettura ho selezionato le migliori frasi sulla reincarnazione in modo da dare una visione ben chiara su questo fenomeno universale che lega l’Anima a una continua trasmigrazione dei suoi gusci fisici.

Inoltre, queste frasi saranno tratte da discorsi espressi da maestri illuminati che, attraverso la loro coscienza espansa, hanno compreso le verità universali che vivono alla base di tutta la Creazione. Vediamole insieme.

 

LE MIGLIORI FRASI SULLA REINCARNAZIONE

 

“Quando una persona muore, tutti i desideri, i ricordi e il karma che ha accumulato nella sua vita saltano come onde di energia in un nuovo grembo. È un salto. La parola giusta per definirlo arriva dalla fisica: lo chiamano «balzo quantico», cioè un balzo di pura energia che non contiene materia”.

Osho

 

“Ogni avvenimento della vita ha una sua spiegazione, che però è
possibile comprendere solo se accettate l’idea della
reincarnazione. Nascere nel tal paese, nella tale famiglia,
possedere determinate qualità o dover affrontare determinate
situazioni non è frutto del caso. Tutto ha una causa più o meno
lontana in questa esistenza o in una anteriore. Una volta ben
capito questo, incominciate a sentire in modo diverso gli
avvenimenti che si presentano; dal momento che tutto ha una sua
ragione d’essere, non vi ribellate più alle prove e ai
fallimenti; sapete che quelle prove e quei fallimenti sono le
conseguenze di trasgressioni commesse in passato, e li
sopportate senza lamentarvi degli altri e senza accusarli delle
vostre sofferenze.
Infine, accettare l’idea della reincarnazione vi spinge a
rafforzare la vostra volontà: non solo vi mettete al lavoro per
riparare gli errori commessi, ma evitate anche di commetterne di
nuovi sapendo che dovrete soffrire per essi, ed è così che vi
costruite un avvenire luminoso.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

“Quando un essere umano, a forza di lavoro, di abnegazione e di
sacrifici, si è completamente liberato e non ha più alcun
debito karmico da pagare, non è più sottomesso alla legge della
reincarnazione. Da quel momento in poi, le regioni celesti
diventano la sua dimora, e là egli vive nella beatitudine e
nella luce.
Ma fra gli esseri che si sono liberati, ve ne sono alcuni che,
vedendo le sofferenze dei loro fratelli umani sulla terra,
decidono di ritornare per aiutarli. Quando si è vissuti sulla
terra, non è assolutamente possibile cancellare il ricordo delle
esperienze fatte e spezzare il legame con esse. Allora, pur
essendo liberi, pur assaporando le gioie dell’infinito e
dell’eternità, alcuni esseri provano il bisogno di gettare uno
sguardo sui poveri umani fra i quali un tempo hanno vissuto e ai
quali, malgrado tutta la distanza che li separa, si sentono
ancora legati. Perfino dopo secoli e millenni, questi esseri si
ricordano di loro e, nella grandezza e nella ricchezza del loro
cuore, decidono di ridiscendere per condividerne le difficoltà
ed aiutarli.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

“Il corpo è una sacca di pelle e la pelle definisce dove finisce il corpo e dove inizia il mondo. È una delimitazione intorno a te che ti protegge dal mondo, ti separa da esso e ti lascia solo alcune aperture che ti permettono di entrare nel mondo o di far entrare il mondo dentro di te. Se non ci fosse la pelle, non potresti esistere e perderesti i tuoi confini rispetto a tutto ciò che ti circonda. Ma tu non sei la pelle! La pelle continua a cambiare, proprio come succede al serpente: anche tu continui a cambiare pelle molte volte”.

Osho

 

“Verrà il momento in cui ciascuno, per la propria evoluzione,
dovrà cercare di conoscere le sue vite passate, ma questo non
prima di aver acquisito la padronanza interiore. Immaginate che
vi si riveli che qualcuno appartenente alla vostra cerchia – o
anche un membro della vostra famiglia – è stato il vostro più
grande nemico in un’altra incarnazione, che vi ha perseguitato e
massacrato: come reagireste? Come interpretereste da quel momento
in poi il suo comportamento? Eh sì, se in questa vita si
incontrano determinate persone, se si appartiene a questa o a
quella famiglia, spesso è perché si hanno dei problemi da
risolvere con quelle persone o con i membri di quella famiglia. E
se alcuni ricevessero la rivelazione di essere stati in passato
dei personaggi potenti e gloriosi, sarebbero abbastanza
ragionevoli da non manifestare pretese eccessive? Se non sanno
controllare i propri pensieri e sentimenti, quale sarà il
risultato? Certe rivelazioni sono pericolose, poiché rischiano
di turbare gli esseri, di risvegliare in loro desideri di
vendetta o ambizioni che ostacoleranno la loro evoluzione. Quanto
a coloro che affermano di poter fare agli altri delle rivelazioni
sulle loro reincarnazioni, essi non sono né psicologi né
pedagoghi.
Se fosse così importante conoscere le proprie reincarnazioni,
perché allora la Provvidenza le nasconde agli esseri umani? Lo
fa proprio perché è previdente: li lascia nell’ignoranza
affinché essi possano meglio riparare i propri errori del
passato. ”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

“Ogni nostra azione e ogni nostro sentimento, così come ogni
nostro pensiero, qui e ora, rappresenta una causa che provoca
delle conseguenze. Ma poiché la nostra vita non termina nel
momento in cui lasciamo la terra, quelle azioni, quei sentimenti
e quei pensieri, che sono realtà vive e operanti, continueranno
a seguirci non solo nell’aldilà, ma anche quando torneremo a
incarnarci di nuovo.
La reincarnazione, dunque, è semplicemente il prolungamento
logico della legge di causa ed effetto. E chi non ammette che
ciò che si è al presente, come pure ciò che si vive adesso, è
influenzato da quello che si è stati e da quello che si è
vissuto nelle esistenze precedenti – oltre al fatto che ciò
che si fa e si vive in questa esistenza avrà delle ripercussioni
nelle esistenze future – ebbene, costui non capirà mai niente
della Giustizia divina.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

Se desideri approfondire la legge di causa ed effetto o Karma: La Legge del Karma: la guida completa oppure Che cos’è il Karma collettivo e come funziona

 

“Nessun essere umano giunge sulla terra con la chiara
consapevolezza di ciò che è, di ciò che viene a fare, e
perché. L’incarnazione è una caduta nella materia, e la materia
è una potenza che ghermisce l’anima al punto di toglierle la
memoria. Quello che sarà il destino dell’anima è determinato da
ciò che l’anima stessa ha vissuto nelle sue esistenze
precedenti; prima di ridiscendere, essa è a conoscenza di ciò
che l’attende, sia perché questo le viene imposto, sia perché
essa ha avuto la possibilità di scegliere; ma nell’istante in
cui l’anima scende, questa conoscenza le viene tolta.
Un’anima che si incarna comincia dunque col non sapere nulla di
quello che sarà il suo destino, destino che rimane nascosto
anche alle anime più evolute. Nessuno nasce con una chiara
consapevolezza della sua predestinazione. Certo, sin da
giovanissimi ci si può sentire attratti in una direzione o
nell’altra, ma tutto rimane alquanto vago. Occorrono anni e anni
di ricerche, di studi e anche di sofferenze, prima di poter
conoscere la propria vera vocazione.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

“Non pensate che coloro che partono per l’altro mondo vi rimangano per molto tempo. Dopo 45-50 anni ritornano qui, sulla Terra. I piccoli bambini vengono ancora più velocemente, dopo 4-5 sono di nuovo qui. Gli anziani tornano dopo 40-50-70 anni. I più avanzati dopo 1500, mentre i Maestri dell’Umanità dopo 2000 anni.

La persona ordinaria si reincarna ogni 45 anni. Se scende sulla Terra per studiare, gli esseri ragionevoli determinano in quale famiglia deve nascere, non ha libera scelta. Se viene sulla Terra coscientemente per aiutare le persone, ha la scelta di nascere dove vuole. Più l’uomo è avanzato nel suo sviluppo, più è grande la libertà in caso di venuta sulla Terra. Le persone geniali e i santi vengono raramente sulla Terra”.

Peter Deunov

 

“Non pensiate di essere da soli. Nessuno è solo. Tutte le anime scendono in gruppo. Il gruppo più piccolo è composto da 10 mila, 20 mina, 30 mila, ma può essere anche da 100 mila, 200 mila, altri da 5 milioni, 100 milioni. Più il gruppo è grande, più è ragionevole. I geni costituiscono un grande gruppo. Se voi appartenete ad un gruppo di 10 mila oppure da 100 mila anime, sparse sull’intera Terra, voi siete legati come un unico organismo.

Voi non siete venuti sulla Terra da soli, ma a gruppi di anime. Siete venuti da qualche parte 100-200-300-500 mila anime alla volta. Nessuno viene da solo. Queste anime sono a certi gradi di sviluppo, alcuni sono come bambini, altri come anziani sposati con figli, famiglie, alcuni di loro hanno 120 anni. In questo gruppo alcune anime vengono, altre se ne vanno, sono presenti in loro tutte le fasi, cominciando dal grado più piccolo fino al grado più grande. A volte sentite che siete giovani poiché siete legati alle anime giovani del vostro gruppo, mentre quando siete legati con le anime anziane vi sentite come anziani e così via”.

Peter Deunov

 

“Quando giunge alla piena disperazione, l’uomo muore, poi Dio lo decompone in piccole particelle e comincia a cercare qualche madre tramite la quale possa nascere di nuovo. Ma prima di venire sulla Terra, proietteranno davanti a lui tutta la sua vita precedente, l’uomo vedrà tutto in questo film, dalla sua nascita fino all’ultimo secondo, le cose migliore e le cose peggiori che ha fatto. Vedrà le cose più cattive che ha fatto e di cui nessuno sa qualcosa, si pentirà e chiederà di scendere il più presto possibile sulla Terra per correggersi.

Se non correggi subito i tuoi errori, essi rimangono per la prossima reincarnazione e quando torni di nuovo sulla Terra non potrai correggerli poiché ne accumuli altri. Non parlo di errori che nessuno può ricordarti. Parlo di errori che nessuno sospetta che hai. Se correggi questi, correggerai più facilmente anche gli altri. I grandi errori sono dovuti a quelli piccoli. Correggendo i piccoli errori che nessuno vede, correggerai facilmente anche quelli grandi. Allora gli occhi saranno sani, le orecchie saranno sane, la respirazione sarà corretta. Molte malattie sono dovute agli errori”.

Peter Deunov

 

“Alcuni dicono: “È bello andare nell’altro mondo, ci si può vivere per migliaia di anni”. E allora? Tu non sei andato nell’altro mondo, solamente te lo immagini. Non sai come è fatto l’altro mondo. È un mondo senza contraddizioni. Lì tutti i pensieri e desideri vengono realizzati. I pensieri infiniti, i desideri infiniti, le azioni infinite dell’uomo si realizzano gradualmente. Dovete vivere dieci eternità. Ciascuna eternità è uno con 30 zeri. Dopo aver vissuto questo tempo saprete che cosa rappresenta uno con 30 zeri”.

Peter Deunov

 

Altri articoli che potresti apprezzare:

 

L’aura umana: la pelle dell’Anima

La Legge di Attrazione: la spiegazione scientifica

Che cos’è l’Era dell’Acquario e quale sarà il futuro della Terra

Babaji il Cristos Indiano: Lo Yogi dai poteri simili al Cristo

Le migliori frasi di Babaji

 

Un forte abbraccio, Riccardo Ciattini

 

Tag: # frasi sulla reincarnazione #migliori frasi sulla reincarnazione #frasi di aivanhov #frasi di deunov

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *