Cimatica:Le Forme Perfette Della Vibrazione


4 min letti
04 Nov

Che Cos’é la Cimatica ?


Il nome cimatica nasce dal medico svizzero Hans Jenny, e deriva dal greco kymatika che significa “studio riguardante le onde”.

Nel 1967 egli pubblicò il primo di due volumi intitolati Kymatic, nel quale sosteneva l'esistenza di un sottile potere attraverso il quale il suono struttura la materia. (Fonte: Wikipedia)


Hans Jenny poneva sabbia,polvere o liquidi su questa particolare lastra(un oscillatore in termini tecnici),e quando la vibrazione della frequenza iniziava a muoversi lungo la struttura ,le sostanze si organizzavano in particolari strutture geometriche che ricordavano un pò i famosi mandala delle culture orientali.

Il concetto alla base di questo fenomeno é che la polvere, riesce a spostarsi per effetto della vibrazione e si accumula progressivamente nei punti della superficie in cui la vibrazione è nulla.

Hans Jenny fu particolarmente impressionato da un'osservazione: imponendo una vocalizzazione in antico sanscrito come l'Om(conosciuto dagli induisti e buddhisti come il suono della creazione)la sostanza rispondeva alle vibrazioni sonore generando un cerchio con un punto centrale, simbolo con il quale antiche popolazioni indiane rappresentavano lo stesso mantra Om(Aum). 


Interessante non trovi?


Un altro punto molto curioso che lo scienziato scoprì,fu che se aumentava la frequenza, altrettanto accadeva alla complessità degli schemi,il numero degli elementi diventava maggiore e le forma dell’immagine cambiava divenendo più complessa.

Senza dubbio Jenny si stava trovando davanti a un fenomeno poco logico per la mente razionale ma altrettanto incredibile.Uno dei tanti miracoli della natura.!!


Ma quello che rende ancora più interessante la Cimatica e tutto quello che ruota intorno a questa branchia della scienza,é che oltre a trovare una spiegazione da un punto di vista fisico,apre ad analogie con filosofie e teorie della spiritualità New Age,aprendo a spunti incredibilmente rivoluzionari!


Tuttavia,le scoperte nel tempo sono state ben più incredibili di quelle scoperte da Hans Jenny!Infondo stiamo parlando di esperimenti prodottti negli anni '70,le tecnologie a quei tempi erano molto meno potenti rispetto a quelle di oggi,perciò non ci sorprendiamo se é proprio negli ultimi anni che la scienza della Cimatica é riuscita a compiere grandi passi in avanti e ha aperto porte ancora più grandi e sentieri ancora più misteriosi.



Gli Esperimenti di Masaru Emoto 



Lo scienziato giapponese Masaru Emoto è un ricercatore che da 20 anni a questa parte ha dedicato il suo impegno alla risonanza e alla memoria dell’acqua,mettendo a punto una tecnica che ha consentito di scoprire e di ammirare i molteplici comportamenti con cui l’acqua riesce a rispondere alle vibrazioni.Una sorta di Cimatica 2.0.

Questa tecnica consiste nel far cristallizzare l’acqua a una temperatura media di -4 °C ,permettendo così di fotografare le svariate forme che i cristalli d’acqua riuscivano ad assumere a seconda dell'energia cui venivano esposti; sia se sotto forma di suono (voce e musica),se sotto forma di parole scritte (etichetta applicata a una brocca) o di un pensiero.

L’acqua era infatti in grado di registrare la vibrazione percepita e a seconda della qualità della vibrazione essa modificava la propria struttura.Si era notato infatti che l’acqua sottoposta alle vibrazioni di parole e pensieri positivi riusciva a formare dei cristalli meravigliosi simili a quelli della neve,mentre l’acqua sottoposta alle vibrazioni di parole e pensieri negativi creava strutture caotiche e disordinate.

Emoto sosteneva che queste modifiche alla struttura dell’acqua avvenivano tramite un'energia estremamente sottile, definita nella cultura giapponese con il nome di Hado ma che è stata riscontrata anche in altri esperimenti come abbiamo visto in Energia Spirituale:I Due Esperimenti Che Ne Hanno Dimostrato L’Esistenza e che permetteva di fare da ponte tra la vibrazione e l’acqua.


Gli esperimenti continuarono ad essere portati avanti da Emoto,e passò dall’acqua distillata all’acqua naturale proveniente da fiumi,laghi,ghiacciai e via dicendo.

Notò che alcune acque formavano strutture geometriche armoniose,mentre altre acque formavano forme non armoniche e disordinate.

Entusiasmato dal fatto che l'acqua sembrava veramente mostrare nella sua struttura la differenza fra acqua buona, non inquinata, ed acqua sporca da sostanze chimiche e maltrattata dall'uomo, Masaru Emoto si mise a fotografare acque di acquedotti di tutto il mondo. Anche qui l'acqua parlava chiaro. Nelle grandi città, dove l'acqua è fortemente carica di sostanze chimiche provenienti da detersivi, saponi, cosmetici ecc., l'acqua non formava dei bei cristalli, ma strutture disordinate e amorfe che comunicavano la mancanza di chiarezza e bellezza presente invece nell'acqua della natura non influenzata dall'uomo.


Lago Maggiore-Svizzera

                                          Ghiaccio dell’Antartide



Una cosa molto interessante che notò Masaru Emoto é che l’acqua del rubinetto di Buenos Aires e di altre grandi città dell'America del Sud con un alto grado di inquinamento, riuscivano a formare dei cristalli abbastanza armonici.

Dimostrando che probabilmente le emozioni e gli stati d’animo abbiano un influenza maggiore rispetto alle sostanze chimiche nocive presenti nell’acqua.

A conferma di quanto scritto prima,Masaru Emoto portò avanti un esperimento a distanza su una bottiglietta d’acqua sporca .Egli voleva capire se effettivamente l’acqua poteva essere influenzata dallo stato d’animo delle persone anche da grandi distanze,perciò Emoto mandò una email a 500 amici e conoscenti che vivevano sparsi per tutto il Giappone,chiedendo di mandare la loro energia ad un preciso orario in un preciso giorno alla bottiglietta d’acqua che si trovava sulla scrivania di Masaru.

Come potete vedere nelle foto la differenza tra il primo e il dopo fu incredibile!

                                         Prima dell’esperimento :

Dopo l’esperimento

In conclusione la Cimatica e gli esperimenti di Masaru Emoto vanno a confermare quanto ipotizzato e teorizzato già da molti altri ambienti scientifici e spirituali.La vibrazione o meglio l’energia riesce effettivamente ad influenzare la materia.E non é un caso che antiche tradizioni e culture orientali,predicano questi concetti già da millenni nonostante la totale mancanza delle tecnologie necessarie.

Pratiche millenarie come il Reiki vanno proprio su questa direzione per esempio,la stessa fisica quantistica conferma e si fa colonna portante proprio di questa ideologia.Nikola Tesla sosteneva “che se vogliamo capire l’universo dobbiamo iniziare a parlare in termini di energia,vibrazione e frequenza “.

Più ci evolviamo tecnologicamente e più la scienza inizia ad incastrarsi sempre più perfettamente con il mondo spirituale.Serve ormai solo rendersene conto,informarsi e capire che quello che sappiamo é solo una foglia di un grandissimo albero ancora tutto da scoprire.

Con questo vi saluto,mi raccomando se volete rimanere aggiornati su tutto il materiale informativo del sito,vi ricordo di iscrivervi alla newsletter e di mettere mi piace alla pagina Facebook del IlBen-Essere.it.


Un saluto,Riccardo.

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.