Confermata l’esistenza dei chakra:Le rivelazioni della scienza


5 min letti
17 Dec

I chakra sono un tema affascinante che portano con sé insegnamenti e verità tramandate da culture millennarie.Sono le colonne portanti del mondo spirituale ed una filosofia di vita per milioni di persone.

Possiamo dire che chiunque si sia addentrato nel mondo della new age, dello yoga e delle tradizioni orientali ha sentito parlare almeno una volta dei chakra e dei suoi funzionamenti.Potrai averne sentito parlare per sentito dire o magari avrai una buona se non ottima conoscenza di essi.


Ma nessun problema!


Qualsiasi sia il tuo livello di conoscenza inerente al mondo dei chakra,in questo articolo l’approccio sarà totalmente differente.E come avrai già intuito dal titolo,cercheremo di conoscere questi centri energetici tramite “l’occhio della scienza“.

Questo approccio permetterà a chi ne sa poco di riuscire ad avere un quadro completo su questo argomento ,mentre chi é decisamente informato,potrà ampliare maggiormente le sue conoscenze sul mondo dei chakra ed evitare così le solite informazioni scritte e riscritte in ogni angolo del web.


Non me ne vogliate,ma é innegabile,oramai si trovano trilioni di articoli sui chakra,su come aprirli,chiuderli e via dicendo ma.....pochi articoli se non punti ,riescono a parlarne e ad approcciarsi da un punto di vista più scientifico.


Certo é vero, l’approccio della scienza nei confronti dei chakra é stato un approccio timido e fatto in punta di piedi,ma é anche altrettanto vero che qualcosa negli ultimi decenni si é mosso e credo sia doveroso far conoscere anche a voi questi piccoli passi in avanti fatti dal mondo scientifico.


Quindi iniziamo.





Che cosa sono i Chakra?


La parola chakra deriva da un termine sanscrito che significa "cerchio, ruota di luce".

Essi sono corpi energetici di forma circolare che regolano l'energia della vita attraverso il benessere fisico e spirituale e sono disposti in corrispondenza di punti specifici della colonna vertebrale.


La scoperta dei chakra risale a circa 4000 anni fa,quando antiche culture come quella vedica indiana, ebraica, tibetana, egizia e maya compresero e descrissero questo funzionamento energetico che avveniva all' interno del nostro corpo.

Questi centri energetici hanno la funzione di assorbire l’energia universale per alimentare i vari livelli del campo energetico, collegarli con il corpo fisico e rilasciare energia all’esterno.

Un flusso libero e regolare dell’energia dei chakra è segno di una condizione sana e vitale; quando invece si riscontrano blocchi, eccessi, squilibri significa che il sistema sta compensando situazioni di anomalia a livello fisico, o a livello mentale, emozionale.




I chakra principali sono 7 e sono distribuiti dalla parte più bassa della nostra colonna vertebrale fino alla parte più alta della testa.Ognuno di essi é rappresentato da un colore differente e da una diversa funzionalità.





I CHAKRA E LA SCIENZA


Per la precisione fu la professoressa Valerie Hunt dell’Università della California Los Angeles a condurre una serie di esperimenti con un elettromiografo a partire dagli anni 70 fino all’incirca ad inizio 2000.

(Se non sapete che cosa sia un elettromiografo sappiate che è un apparecchio che misura l’attività elettrica dei muscoli)


Ma nel dettaglio la professoressa,cosa scoprì precisamente con questo strumento?


Utilizzando il suo elettromiografo misurò le variazioni dell’attività elettrica dei muscoli che avvenivano su dei sensitivi.


Lo so,sicuramente vi starete domandando perché proprio su dei sensitivi,ma per poterlo capire dobbiamo fare un passo indietro.

Dovete sapere che le frequenze emesse solitamente dai muscoli e dal cuore non superano i 250 cicli al secondo(o Hertz)

E quello che sorprese nelle ricerche della Hunt fu la registrazione di un’attività elettrica insolita,era un altro campo energetico la cui frequenza andava in media, da 100 a 1600 cicli al secondo e oltre.

Tale campo aveva una minore ampiezza dei campi energetici umani ed era più sottile.E la cosa particolarmente eccitante fu la costatazione che l’intensità cresceva in corrispondenza dei chakra principali!


Interessante vero?


Nel concetto generale ogni Chakra vibra ad una frequenza differente: più è situato in basso nel corpo, più la vibrazione è bassa e viceversa. Queste frequenze possono essere captate e visualizzate sotto forma di vari colori,ma una delle domande che sorge spontanea allora è: se i Chakra sono lì e vibrano a quelle frequenze, perchè non riusciamo a percepirne i colori a occhio nudo?


ALT!


Partiamo con calma...


Come già detto le onde del nostro cervello oscillano fra 0 e i 100 Hertz, mentre i Chakra vibrano in una banda compresa fra i 100 e i 1600 Hertz.

Questo significa che semplicemente i nostri cervelli non sono allenati e predisposti a percepire oscillazioni e frequenze di quell' altezza; eppure ciò non significa che non esistano.


Ma ritornando sui nostri passi,la Hunt ampliò le sue ricerche a persone sensitive appunto o in grado di vedere il campo energetico umano, con risultati sorprendenti:Nel corso della lettura dei chakra, il colore che i sensitivi indicavano, corrispondeva a una precisa frequenza registrata dall’apparecchio.

Era possibile fare lo stesso, visualizzando l’onda di frequenza su di un oscilloscopio (strumento che riesce a trasformare le onde elettriche in una configurazione visibile su uno schermo).

Ma perché i sensitivi riuscivano a vedere tutto questo?

Nelle ricerche della Hunt,si era notato come i campi di energia di soggetti sensitivi,misuravano frequenze fra i 400 e gli 800 Hz(molto più alte rispetto alla media)mentre i soggetti esperti in stato di trance o canalizzazioni (medium) occupavano una gamma fra gli 800 e i 900 Hz.


Al di sopra dei 900 cicli al secondo, era la banda di quelle che la Hunt chiamava personalità mistiche.

La differenza tra queste personalità e i sensitivi e i medium sarebbe che, mentre questi ultimi sono una sorta di veicoli passivi dell’informazione, i primi sanno come valersene. Le personalità mistiche, pur restando in contatto con la realtà ordinaria, hanno spesso doti di sensitivi e riescono ad andare in trance.

Ma la cosa più incredibile é che nonostante questo,gli elettromiografi riuscivano a registrare al massimo frequenze di circa 20.000 cicli al secondo. Ma utilizzando un apparecchio modificato, la Hunt riscontrò che vi erano individui la cui frequenza superava addirittura i 200.000 cicli al secondo!!

Queste scoperte rivelano dunque che il corpo è molto più che un semplice conglomerato di organi e sistemi, e che i Chakra non sono altro che i "gradini" che portano a una maggiore consapevolezza interiore e ad un controllo della natura fisica, emozionale ed energetica della nostra vita.  




NOTA:Se sei una persona interessata agli enigmi e ai misteri della vita che fanno parte del nostro processo di vita,e credo proprio che tu lo sia visto il tuo interesse a questo articolo,allora sicuramente ti potrebbe interessare anche la nostra rivista che unisce scienza e spiritualità.

Scienza Spirituale



Che cos'è Scienza Spirituale? Sono Circa 50 pagine composte da esperimenti,ricerche e scoperte inerenti al mondo spirituale.Scoperte che hanno permesso alla scienza di scoprire e attraversare confini inaspettati,rendendo la dimensione scientifica sempre più complementare a quel mondo apparentemente così lontano e opposto della spiritualità.

Se sei curioso di scoprire informazioni che mettano in relazione scienza e spiritualità ,clicca qua sotto su "Scarica il PDF" per scaricare gratis il primo capitolo di Scienza Spirituale,o  "Acquista ora",se vuoi leggere interamente la nostra rivista.






Se hai trovato interessante queste articolo,non scordarti di iscriverti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle attività del sito.Inoltre potrai trovarmi anche su Facebook(qua)e su Instagram (qua).


Ci vediamo.


Un abbraccio,Riccardo.

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.