Il campo magnetico del cuore influenza la nostra realtà


3 min letti
09 Mar

L’Institute of HeartMath(Istituto della Matematica del Cuore)è un istituto no-profit californiano fondato nel 2001 dal Dottore Childe.Esso comprende diversi team di scienziati di tutto il mondo che ricercano e sviluppano metodologie scientifiche  che possano stimolare il collegamento tra mente e cuore.Nel corso del tempo questo istituto no profit  ha fatto parlare di sè grazie alle sue scoperte e ai suoi esperimenti,ottenendo pubblicazioni in riviste rinomate come l’Harvard Business Review e l’American Journal of Cardiology e nei migliori  quotidiani americani come il Forbes e il Wall Street Journal.

L’obbiettivo principale di questo isituto era quello di cercare di rispondere a interrogativi come: perché le persone sperimentano sensazioni di amore e altre stati emotivi positivi nell’area intorno al cuore? Come fanno lo stress e altri stati emotivi ad influenzare l’attività del cuore e del cervello, del sistema nervoso autonomo, del sistema immunitario, del sistema endocrino?

Un approccio che non considera quindi il cuore non solo come un organo fisico,ma che considera anche le qualità che vengono associate ad esso,come la gratitudine,la compassione e l’amore,e che inserisce questo organo come parte essenziale per un buon equilibrio emotivo e spirituale.


La coerenza cardiaca


Il gruppo dell’Istitute of HearthMath,tra i tanti esperimenti effettutati ha verificato una correlazione fra il cuore fisico e gli stati emotivi delle persone.Nello specifico i ricercatori hanno scoperto che l’andamento della variabilità della frequenza cardiaca (HRV, variazione del ritmo cardiaco fra un battito e l’altro) è correlato allo stato emotivo della persona meglio di qualsiasi altro parametro cardiaco, cerebrale o cutaneo.

Come potrete quindi notare dalla figura (1) un buono stato emotivo manterrà una ottima coerenza cardiaca,mentre stati emotivi concentrati sulla rabbia,l’ansia,la tristezza,renderanno l’HRV  poco equilibrato e disomogeneo.


Per coerenza cardiaca quindi si intende uno stato ottimale in cui cuore, mente ed emozioni sono allineati e sincronizzati.

Mentre fisiologicamente, i sistemi immunitario, ormonale e nervoso funzionano in uno stato di coordinazione energetica,favorendo le funzionalità e le prestazioni del nostro cervello e di tutto il nostro corpo.




NOTA:Questo articolo è un piccolo estratto del terzo capitolo della nostra rivista Scienza Spirituale.


 


Che cos'è Scienza Spirituale? Sono Circa 50 pagine composte da esperimenti,ricerche e scoperte inerenti al mondo spirituale.Scoperte che hanno permesso alla scienza di scoprire e attraversare confini inaspettati,rendendo la dimensione scientifica sempre più complementare a quel mondo apparentemente così lontano e opposto della spiritualità.

Se sei curioso di scoprire ulteriori informazioni che mettano in relazione scienza e spiritualità ,clicca qua sotto su "Scarica il PDF" per scaricare gratis il primo capitolo di Scienza Spirituale,o  "Acquista",se vuoi leggere interamente la nostra rivista.





IL CAMPO MAGNETICO DEL CUORE 


Gli studi dell’institute of HearthMath hanno dimostrato come questo campo magnetico a forma toroidale dal diametro compreso fra 1,5m e 2,4m,riuscirebbe ad influenzare la nostra realtà circostante.Basti pensare che tra tutti gli organi,il cuore genera il più grande campo elettromagnetico.Un campo magnetico circa 100 volte più potente rispetto a quello prodotto dal nostro cervello,che parte dal nostro cuore per disperdersi aldilà del nostro corpo fisico.

Questo campo elettromagnetico può essere rilevato a diversi metri di distanza dal corpo con magnetometri sensibili e fornisce un meccanismo e delle risposte plausibili a comportamenti quasi inspiegabili come il poter “sentire” o percepire la presenza e lo stato emotivo di un’altra persona indipendentemente dal linguaggio del corpo o da altri fattori.

Tuttavia il campo magnetico sembrerebbe dipendere dalle nostre emozioni e dai nostri pensieri,perciò una buona centratura emotiva creerà una risonanza positiva e coerente che potrà essere percepita anche dalle persone che si trovano lungo il raggio di comunicazione del campo magnetico.

Nella figura 2 viene evidenziato proprio questo meccanismo elettromagnetico,nel momento in cui il cane e il ragazzo entrano in contatto,il ritmo cardiaco varia esattamente nei soliti intervalli in ambedue i soggetti.

Questo principio di risonanza possiamo ritrovarlo anche nella figura 3,in cui le variazioni repentine sono percepite in egual misura sia dalla madre che dal bambino.


In conclusione questo dimostrerebbe come il campo magnetico e le nostre emozioni riuscirebbero ad influenzare la realtà circostante,in particolare con le persone più legate a noi,confermando come i nostri atteggiamenti e i nostri pensieri possano influenzare positivamente o negativamente.

Se hai apprezzato l’articolo non scordarti di iscriverti alla newsletter del sito per rimanere aggiornata sulle attività della pagina.Inoltre potrai trovarci anche su Facebook(qua)e su Instagram (qua).


Un saluto,Riccardo.





Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.