Legge Dell’Attrazione :Spiegata Scientificamente


4 min letti
24 Oct

Avete mai sentito parlare della legge dell'attrazione? 


Io penso di sì,o almeno,diciamo che se siete appassionati di tutto quel mondo che orbita  intorno alla spiritualitá, sicuramente almeno una volta avrete sentito parlare della legge dell’attrazione.

D’altronde negli ultimi anni ,grazie all’esponenziale aumento della quantità di materiale informativo disponibile su internet,questa legge ha iniziato a farsi sempre più spazio e ad ottenere sempre più visibilità all’interno dell'opinione pubblica mondiale

Perché é innegabile! Questa legge affascina e riesce a mettere curiosità anche alle persone più scettiche.


Però tra l’essere curiosi e il crederci cé di mezzo una galassia.


Questo articolo quindi ha proprio quell’obbiettivo,ridurre questa distanza,questo gap,e dare più chiarezza a chi ne sa poco o a chi proprio non sa se crederci o no. 


Perciò iniziamo.


Che cos’é Precisamente La Legge Dell’Attrazione?


il concetto generale , afferma che il simile attrae il simile,e quello su cui poniamo maggiore attenzione con i nostri pensieri,è quello che sarà attratto in misura maggiore nella nostra vita.

E questo varrà sia per le cose positive che sia per quelle negative,senza distinzione.

In altre parole quindi, la legge dell'attrazione sostiene che se riuscirai a concentrarti sulle cose positive della tua vita,automaticamente attirerai a te  cose o eventi positivi,mentre al contrario,se tu concentrerai i tuoi pensieri sulla mancanza ,andrai ad emanare vibrazioni negative che ti porteranno a ricevere indietro cose altrettanto negative.

Il motore della legge quindi è rappresentato dai nostri pensieri ma altrettanto dalle nostre emozioni.


Ma questa legge può  essere dimostrata scientificamente?


La risposta è si,perchè vedete la legge dell'attrazione,è anche chiamata comunemente legge di risonanza. E immagino che molti di voi abbiano già conosciuto o anche solo sentito nominare questa legge fisica.

Per farvela breve, la legge di risonanza ,ci dice semplicemente che due cose simili(ovvero con solita frequenza)si attirano e si amplificano.Due cose differenti,quindi con frequenza differente,si respingono.

Un esempio pratico può essere fatto con il dhiapason,il quale vibra ad un determinato suono solo ed esclusivamente se questo suono corrisponde alla sua propria frequenza,quindi, se noi per esempio avessimo un dhiapason da 500hz,egli inizierà a vibrare solo ed esclusivamente quando inizierà a percepire una qualsiasi frequenza da 500hz.

Il solito concetto avviene con la radio ricevente,che è predisposta per le onde medie proprio sulla base della sua risonanza.Perciò onde corte e onde lunghe non vengono percepite perchè non fanno parte del suo mondo.

Il problema è che la legge di risonanza, è sempre stata sottovalutata dalla fisica tradizionale perché convinta che questa legge non potesse avere effetto sugli esseri viventi.D’altronde data la mancanza di tecnologie,gli scienziati non erano ancora riusciti a teorizzare la possibilità che anche noi fossimo infondo semplice vibrazione, e che quindi anche noi potessimo avere una nostra risonanza.

Solo nel 1900 ,con l'avvento della fisica quantistica,e di incredibili scienziati come Planck ed Einstein,si iniziò ad avere i primi dubbi e a meditare su questo concetto rivoluzionario.


Il primo a metterlo in discussione fu il già citato Max Planck. Planck fu alla prova dei fatti il padre fondatore  della fisica quantistica,e grazie alla sua teoria sui quanti,egli riuscì ad aggiudicarsi il premio nobel della scienza nel 1918.

Ma quello che incuriosisce di Planck,e della sua personalità,è il fatto di essere stato anche uno scienziato attento e propenso alle questioni filosofiche.Egli era infatti convinto che il mondo spirituale,e la scienza, si completavano a vicenda,ed é proprio grazie a questa sua visione olistica che a Firenze nel 1944 dichiarò : " Avendo consacrato tutta la mia vita, alla Scienza più razionale possibile, ovvero lo studio della materia, posso dirvi almeno questo a proposito delle mie  ricerche sull’atomo :La materia come tale non esiste! Tutta la materia non esiste, che in virtù di una forza, che fa vibrare le particelle, e mantiene questo minuscolo sistema solare dell'atomo .Possiamo suporre al di sotto di questa forza,l'esistenza di uno Spirito intelligente e cosciente. Questo spirito, è la ragione di ogni materia "

Questa incredibile dichiarazione ci dice tanto,da una parte ci spiega quello di cui parlavo prima,ovvero che se noi sezionassimo la materia,quindi gli atomi,arriveremmo alla fine a parlare in termini di semplice vibrazione,da un’altra invece ci porta anche oltre,teorizzando l’esistenza di uno spirito intelligente che coordina e gestisce tutto l’universo.La solita teoria che spunta fuori anche nei due esperimenti visti in Energia Spirituale:I 2 Esperimenti Che Ne Hanno Dimostrato l’Esistenza

Infatti se noi sezionassimo un atomo,noteremmo che esso è formato da un nucleo composto da protoni (particelle positive) e neutroni (particelle prive di carica) al cui intorno vi ruotano senza seguire un'orbita ben definita ma ad una definita distanza ,gli elettroni ,che altro non sono particelle negative della stessa quantità dei protoni. 


E questo più o meno lo sappiamo tutti, più o meno....:)

Ma ora viene il bello!


Perché se noi andassimo ad ingrandire il nucleo atomico alla grandezza di un sasso,l'elettrone ruoterebbe intorno al nucleo alla distanza di ben 1 km! Quindi questo comporta che la maggior parte dello spazio all'interno di un atomo sia SPAZIO VUOTO.Esattamente per il 99,999% .




Quindi che diamine c'è in quel 99% di vuoto? 


Come dicevamo prima,semplice vibrazione,che altro non è che pura energia.

Anche lo stesso Albert Einstein confermava questa teoria,infatti se noi sfogliassimo la sua autobiografia,nelle miriadi di riflessioni che troveremmo all’interno del libro,una in particolare spiegherebbe proprio questo.

Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà.Non c'è altra via.Questa non è filosofia.Questa è fisica."

Anche lo stesso Nikola Tesla,scienziato rivoluzionario di quei tempi,sosteneva il solito concetto,dichiarando infatti “che se vuoi scoprire i segreti dell’universo,devi iniziare a pensare in termini di energia,frequenza e vibrazione


Capite quindi,che dunque la legge dell'attrazione o della risonanza è un principio che regola l'intero universo,un sistema in cui tutto è energia che si manifesta secondo vibrazioni su determinate frequenze.


Ma come possiamo modificare  la nostra frequenza per ottenere la nostra realtà desiderata? 


Semplice,con i nostri pensieri e con le nostre emozioni,ambedue ci permetteranno di modificare il nostro polo d’attrazione portandoci quindi verso la frequenza desiderata.

Pensieri focalizzati sull’obbiettivo da raggiungere ,convinzioni motivanti e visualizzazioni di momenti in cui l’obbiettivo é stato già raggiunto porteranno automaticamente la tua frequenza verso la realtà desiderata.

Come viceversa pensieri demotivanti,convinzioni malsane e poca fiducia generale nel risultato,ci porteranno automaticamente su una frequenza diversa da quella dell’obbiettivo desiderato.

Anche le emozioni sono importantissime,perché se sarà il tutto accompagnato da stati d’animo positivi (gioia e gratitudine per esempio ) derivate dal fatto che siete coscienti che prima o poi,con l’impegno e la dedizione l’obbiettivo desiderato si realizzerà,la frequenza della realtà desiderata entrerà in risonanza molto più velocemente.

Anche qua viceversa,se dentro di voi ,inerente al vostro obbiettivo provate emozioni negative come frustrazione,paura,ansia ,la realtá fará fatica ad entrare in risonanza con voi.Perché stati d’animo negativo = Pensieri demotivanti e negativi = vibrazione differente.


Detto questo,ora  voglio fare un appunto importante.


Chi vi spaccia che con la legge dell’attrazione possiate realizzare tutto tranquillamente sbaglia. Non ascoltatela.


Non esistono soluzioni facili per grandi obbiettivi.


La legge dell’attrazione esiste e funziona,e a dirlo non sono io ma scienziati di grande spessore. Ma a volte per ottenere la realtà desiderata il percorso é lungo,a volte per far entrare un evento,un oggetto o una particolare persona nella vostra vita,possono servire anche anni.

Serve quindi un attento lavoro su noi stessi,sulle nostre convinzioni e sui nostri pensieri per cercare di rendere il processo di materializzazione più veloce e coerente con quello che desideriamo.

Chi vi dice che potete ottenere quello che volete senza una logica temporale lo fa per un tornaconto personale o perché non capisce un cazbiip..


L’articolo finisce qua,spero abbiate apprezzato e vi ricordo di iscrivervi alla newsletter per rimanere aggiornati e di mettere mi piace alla pagina Facebook del IlBen-Essere.it


Un saluto,Riccardo.

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.