Reincarnazione:quando l'anima sopravvive alla morte


2 min letti
31 Oct

Quando parliamo di reincarnazione, parliamo più specificatamente della nostra anima e della sua natura immortale.


CHE COS'E' LA REINCARNAZIONE?


Secondo le filosofie orientali,attraverso i secoli e le svariate reincarnazioni,l'anima dovrà affrontare una serie di esperienze di vita che le saranno vitali per evolvere e raggiungere la totale connessione con l'Universo.

Attraverso la reincarnazione quindi, l'anima vuole conoscere diverse esistenze per comprendere la Verità, o almeno provare ad avvicinarla. Questa verità è amore. Quando l'anima finalmente realizza cos'è l'Amore, quello vero, in tutta la sua essenza primordiale e indisturbata, allora il suo vagabondare cessa ed è la fine del ciclo delle sue incarnazioni (la fine del ciclo della reincarnazione). L'anima ha finalmente trovato se stessa,la sua massima espressione. Ha finalmente capito che desidera tornare all'Unità, al tutto più grande, dopo aver voluto vivere l'esperienza della separazione illusoria(la vita nella dimensione fisica)


Secondo gli studi e le filosofie sulla reincarnazione, siamo esseri formati da materia e spirito. C'è una parte dell'essere che è in grado di sopravvivere dopo la morte del corpo fisico, che si chiama spirito, anima o coscienza. La morte del corpo fisico non è la morte dell'anima, può essere associata ad altri corpi successivamente, per scopi specifici, come una migliore conoscenza di sé, l'evoluzione o per annullare il cattivo karma, per esempio.


L'ORIGINE STORICA DEL CONCETTO REINCARNAZIONE


Erodoto, uno storico greco del V secolo a.C., fu probabilmente il primo a studiare e documentare il concetto di reincarnazione. Secondo lui,la filosofia della reincarnazione era ereditata dalla dottrina egizia, la quale affermava che la reincarnazione avveniva esattamente nello stesso momento della morte fisica. L'anima si reincarna immediatamente in un altro corpo nato, che può essere una creatura di terra, acqua o aria. Secondo la saggezza egizia, tutte le anime passerebbero attraverso tutte le creature in un periodo di tremila anni.

Pitagora, filosofo e matematico greco nato nel 570 a.C.,è stato uno dei maggiori esponenti della filosofia e della logica della reincarnazione, che oggi è alla base di varie religioni e filosofie moderne.

I pitagorici erano fermamente convinti che quando sarebbe avvenuta la morte del corpo fisico,l'anima sarebbe stata "espulsa" e,se la persona avesse mantenuto uno stile di vita indirizzato verso la crescita dell'anima,l'anima sarebbe stata riportata all'Origine di Tutto.Mentre se l'anima avesse avuto ancora colpe,lezioni,o blocchi da espiare,il meccanismo di reincarnazione si sarebbe messo in azione.

Secondo Allan Kardec, decodificatore del World Spiritism, la reincarnazione è un processo obbligatorio e successivo, l'anima si reincarnerà finché lo spirito non sarà completamente puro

Perciò è importante comprendere quanto la reincarnazione sia il nostro mezzo e la nostra opportunità,per migliorare l'anima, perfezionandosi intellettualmente attraverso il lavoro e lo studio, e moralmente attraverso l'amore del prossimo e la carità.Se guardiamo la nostra esistenza da questa ottica,la vita diventa una gigantesca opportunità per progredire.


KARMA E REINCARNAZIONE


Con la reincarnazione, ci avviciniamo anche al concetto di Karma,il quale è stato approfondito nel nostro precedente articolo "Che cos'è il Karma?E perché è così importante?".

Tuttavia non dobbiamo vedere questo meccanismo come una sorta di "punizione" perchè il Karma è molto più complesso di quello che possa sembrare!


Devi vedere le cose in modo diverso, da un'altra angolazione.


Se alcuni eventi,emozioni ed esperienze irrisolte ti accompagneranno nelle tue vite successive,è solo perché la tua anima dovrà comprendere alcune lezioni di estrema importanza.Non dobbiamo dimenticare che nel ciclo della reincarnazione, la ricerca inconscia dell'anima è SEMPRE quella di sperimentare l'Amore primordiale, trovare questa Luce da cui siamo tutti venuti.

Quando l'anima, in una delle sue incarnazioni, è segnata da ombre e tenebre, da atti e pensieri nocivi, sente consciamente o inconsciamente il bisogno di purificarsi, di trovare un equilibrio e non affondare. L'anima vuole schiarirsi da questa oscurità in cui si è bloccata da sola, perché solo essa è responsabile delle sue azioni e dei suoi pensieri negativi. Vuole andare verso la Luce. Pertanto, l'anima accetterà di reincarnarsi, perché sa che questa è la migliore scelta possibile per lei.Ella vorrà vivere una vita in cui possa correggere alcuni errori, dove possa purificarsi e andare avanti.Per questo molto spesso le persone si trovano a vivere esistenze molto difficile e drammatiche:da un punto di vista umano e razionale lo sono, ma che sono comunque un'opportunità per l'anima per proseguire il suo cammino verso la comprensione  dell'Amore.


Se hai apprezzato l’articolo iscriviti alla newsletter del sito per entrare a far parte della nostra community,inoltre potrai trovarci anche su Facebook(qua)e su Instagram (qua).


Stammi bene,Riccardo


Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.