Stress Emotivo :Come Eliminarlo


5 min letti
29 Oct

Come spiegavo nello scorso articolo Come Bloccare l’Ansia: Due Esercizi Pratici é innegabile che l’ansia e lo stress siano le  due novitá del nostro ventunesimo secolo.

Infondo a livello emotivo,sono delle vere e proprie spine nel fianco per l’essere umano.


“Mazza che frasoni Riccardo!”


Già,tuttavia é la veritá, i ritmi di vita della “società moderna” sono cambiati,e spesso possono portarci ad affrontare momenti pesanti in cui abbiamo talmente tante cose da fare in poco tempo,da non riuscire a sopportare mentalmente la situazione.

Momenti pressanti quindi,dove il nostro potenziale é messo a dura prova,possono provocare squilibri emozionali  e farci travolgere da un’ondata di stress.


Lo Stress



Il termine stress fu impiegato per la prima volta nel 1936 dal medico australiano Hans Selye. Egli aveva notato come gli animali, sottoposti a condizioni di stress,tendessero ad ammalarsi più frequentemente.Tuttavia,la sua teoria venne successivamente confermata da altri studi,dimostrando appunto quanto un organismo sotto continue stimolazioni provenienti dalle pressioni dell’ambiente esterno,possano minare l’equilibrio interno, inducendo una situazione di crisi nella persona. Non a caso Selye descrisse il fenomeno come una “una risposta aspecifica dell’organismo ad ogni richiesta effettuata su di esso”..

Tradotto in lingua italiana “una risposta insolita dell’organismo ad ogni richiesta che viene fatta ad esso  ” 


Nel suo modello concettuale,Selye divideva lo stress in tre fasi:


1.Fase di Allarme.La persona percepisce la situazione e gli esuberi di compiti da finire,e mette in campo tutte le sue risorse.


2.Fase di Resistenza.Il soggetto cerca di adattarsi alla situazione


3.Fase di Esaurimento.In questa fase tutte le barriere cedono,sopraggiunge la comparsa di sintomi fisici o emotivi.


E visto che oggi mi sento un pò il Wikipedia della situazione,continuo aggiungendovi un altro fattore importante : Perché é doveroso puntualizzare che possono esserci due tipi di stress,quello benefico,detto eustress che da tonicitá e vitalità all’organismo,e il distress,che può portare ad un malessere generale.


Lo so,l’ho scritto per davvero,esiste anche lo stress che fa bene.


D’altronde in determinate situazioni,lo stress può dare quella spinta in più per affrontare al meglio gli eventi che si presenteranno davanti a noi.

In altre parole quindi,alla base del problema non é l’avere o non avere lo stress.

Alla base, il problema é per quanto questi stimoli si protraggono nel tempo e in quale contesto si vanno ad inserire.

Se viviamo una situazione in cui il nostro potenziale é messo a dura prova,ma il risultato finale ci darà gioia ed entusiasmo,sicuramente gli stimoli che avremo saranno sicuramente positivi.

Mentre se la situazione d’affrontare é una situazione pesante,in cui ci sentiamo poco motivati e stimolati,senza dubbio la risposta del nostro organismo sarà negativa.

Perciò pressioni che imponiamo a noi stessi, bisogni e desideri non esauditi , fastidi quotidiani, eventi di vita personali che ci bloccano,possono essere tutte cause di una condizione di stress, in grado di determinare nel tempo uno scompenso tale da indebolire il benessere psicofisico generale di ognuno di noi.



Ma possiamo bloccare definitivamente il distress? 



Si ma non è facile.

Perché per riuscire in questo,dobbiamo capire quale sia la situazione precisa che ci sta causando lo stress,quindi il lavoro,una situazione in famiglia o una particolare relazione.

Perciò concentratevi un attimo,e pensate a quale potrebbe essere la vostra fonte di stress.Sono certo che lo sapete benissimo.

Trovata la fonte prendetevi il vostro tempo, e con calma rispondete a queste tre domande che troverete qua sotto in cui dovrete fidarvi solo della prima risposta che spunterà nella vostra mente!


Se non lo farete avrete perso al giochino :)


Prima di iniziare però,volevo rubarti due secondi della tua attenzione,e invitarti a iscrivere alla newsletter del blog.Sempre se stai apprezzando l’articolo ovviamente!

E tranquillo zero spam,lo odio più di te.Lo faccio per creare una migliore comunicazione con voi.


Detto questo bando alle ciance,mettetevi comodi e iniziamo con l’esercizio.


Domanda 1 :Perché percepisco questa situazione pesante ? 


Domanda 2:Perché non riesco a lavorare o ad affrontare la situazione in uno stato d’animo positivo ?


Domanda 3:Cosa posso fare per rendere questa situazione meno pesante e più entusiasmante? 



Queste tre domande ,vi permetteranno di affrontare il problema proprio alla radice di tutto.

D’altronde é così che andrebbero affrontati i problemi,ovvero guardandoli da una prospettiva più profonda che permetta alla persona di risolvere completamente il suo disagio ,e non di diminuirlo o di assecondarlo.

Ormai vediamo in ogni angolo del web,articoli dove si consiglia l’uso di attività e di alimenti per diminuire l’ansia e lo stress,che si ,da una parte certamente faranno il loro lavoro,ma da un’altra hanno anche un semplice effetto limitato che vi riporteranno da punto a capo magari dopo qualche ora.

Con questo non voglio far passare il messaggio che non ha senso seguire delle buone abitudini,anzi FATELO ASSOLUTAMENTE! Ma voglio farvi capire che anche con le buone abitudini non é detto che lo stress venga rimosso completamente.Perciò la miglior cosa da fare é da una parte ,capire come poter superare il più velocemente possibile questo periodo di frustrazione e confusione ,andando ad osservare il problema da una prospettiva più profonda,e dall’altra continuare o riuscire a far entrare nella propria vita nuove abitudini positive ,che possano permettere al proprio corpo di ottenere vitalità.


Perciò visto che siamo entrati nel discorso ,ora vi mostrerò quali sono per me le principali quattro abitudini che ogni persona dovrebbe obbligatoriamente far entrare nella propria vita per avere un esistenza più serena,sana e meno stressante.


Quattro abitudini anti-stress 



-La prima e anche la mia preferita,é quella di prendersi una pausa di qualche giorno ma anche semplicemente di qualche ora ,e andare a fare una passeggiata in mezzo alla natura,e non intendo il parchino della vostra città di tre metri per tre ma di un vero e proprio bosco😅

Quando siete lì,iniziate a percepire la calma e il silenzio,sentite come il vostro corpo risponda in maniera positiva difronte a questa esperienza rilassante.

Godetevi il momento e scaricate quello che avete dentro semplicemente stando nella pace della natura,lontano dai rumori e da quelle situazioni che appunto vi creano stress.

-La seconda é la mindfulness.Una pratica orientale che sta completamente spopolando negli ultimi anni nella società occidentale ,rappresentando un vero e proprio tocca sana per mente e corpo.Ed é proprio questo il motivo del suo successo,l’incredibile impatto che ha sul nostro umore e anche sul nostro amatissimo stress.

Ma che cos’è precisamente la mindfulness?

È una tipica forma di meditazione che consiste nel focalizzare l’attenzione sulla respirazione, concentrandosi appunto su ogni nostro singolo respiro.In questo modo, è possibile ‘osservare’ i pensieri che viaggiano nella mente come treni in corsa, guardarli esattamente come appaiono nella mente, come compaiono dal nulla e come lentamente si dissolvono come una bolla di sapone.

-La terza abitudine,è senza dubbio l’alimentazione.Se non mettete il vostro corpo in grado di avere i giusti nutrienti per affrontare al meglio la vostra vita,vi ritroverete a convivere in un corpo poco vitale e malato.

Preferite quindi un alimentazione composta prevalentemente da frutta e verdura ,e cercate di abolire completamente bevande zuccherate come coca cola,alcool ,e anche cibo spazzatura come Mac-donald ,nutella e via dicendo.

-La quarta ed ultima abitudinel’esercizio fisico.Credo che su questo punto non ci sia neanche bisogno di dilungarsi troppo,voglio dire ormai é appurato al mille per mille che l’attivitá fisica sia un toccasana per corpo e mente.Perciò praticare almeno 2-3 volte alla settimana sport,sarà senza dubbio una buona valvola di sfogo per lo stress e per il nostro organismo in generale.


Inoltre voglio precisare che per cambiare un‘abitudine non é assolutamente facile,non a caso ho scritto apposta un articolo solo per quello,Come cambiare efficacemente un’abitudine


Quindi in conclusione,se queste quattro abitudini saranno portate avanti quotidianamente ,lo stress sarà certamente contrastato positivamente e in maniera forte,ma come puntualizzavo prima,se la vostra intenzione sarà quella di rimuovere completamente lo stress,dovrete impegnarvi di più e fare una ricerca più profonda del vostro problema.

Usate quindi quelle tre domande come mezzo per arrivare infondo agli abissi della vostra parte interiore,datevi delle risposte e ampliate la prospettiva della situazione per affrontare al meglio il vostro problema,perché é cosi che potrete realmente capire cos’é che va o non va nella vostra vita.



Un saluto,Riccardo.

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.