L’Anima è immortale: come funziona la reincarnazione

L’Anima è immortale: come funziona la reincarnazione

Qual è la nostra origine? Dove andiamo dopo che moriamo? Ma soprattutto: viviamo solo una volta?

Tutti gli uomini di tutti i tempi e di tutti i luoghi della Terra si sono poste queste domande. Hanno cercato di indagare ‒ in modo differente ‒ sulla reale natura dell’Anima e, quindi, sulla sua immortalità.

Tuttavia, riflettendo in modo indipendente e ponderato sull’argomento, non possiamo far altro che concludere che la reincarnazione è logica e armonia con le leggi universali del cosmo. Si potrebbe argomentare che le prove che ne dimostrano la sua effettiva veridicità non esistono, ma in realtà ci sono stati così tanti Maestri che ne hanno diffuso le logiche con la quale l’Anima opera nella grande Ruota della Reincarnazione, che i dubbi a riguardo sono solo da ricercare nello scetticismo della mente razionale.

Come scrisse l’illuminato Osho: “Il Buddha dice che quando una persona muore, tutti i desideri, i ricordi e il karma che ha accumulato nella sua vita saltano come onde di energia in un nuovo grembo. È un salto. La parola giusta per definirlo arriva dalla fisica: lo chiamano «balzo quantico», cioè un balzo di pura energia che non contiene materia”.

 

COME FUNZIONA LA REINCARNAZIONE: QUANDO L’ANIMA SOPRAVVIVE ALLA MORTE

 

Quando il corpo fisico muore, l’Anima non cessa di esistere ma continua a proseguire il suo viaggio evolutivo in altre dimensioni e, in seguito, in nuove esperienze terrene. La morte è solo il ritiro della vita dai rivestimenti esterni che vengono lasciati nuovamente inanimati. Non è la fine di tutto, ma semplicemente la chiusura di un capitolo che va a comporre un libro dalle pagine quasi infinite.

Come scrisse lo scrittore Pierre Teilhard de Chardin: «Tu non sei un essere umano che sta vivendo un’esperienza spirituale. Sei un essere spirituale che sta vivendo un’esperienza umana».  Siamo Anime che hanno scelto di «scendere» per completare quelle lezioni lasciate in sospeso in altre vite passate (Karma). Lo scopo è di comprenderle, trasmutarle nell’amore e raggiungere la definitiva congiunzione con la nostra parte divina in tutti gli aspetti di vita.

A definire il numero di incarnazioni sono il coraggio e la volontà che l’Anima decide di utilizzare con il suo libero arbitrio per raggiungere un completo sviluppo interiore. È sempre un passo in avanti e mai indietro, e fino a quando non avremo passato tutti gli «esami karmici» a pieni voti, l’Anima sarà costretta ad incarnarsi su questo piano di esistenza per ripetere quelle prove scolastiche su cui ha dedicato poco impegno.

Ad esempio, chi oggi odia un certo gruppo di persone – gruppi per i quali si hanno dei pregiudizi – muove una causa che avrà un effetto già probabilmente in questa vita, ma che lo avrà senza dubbio nelle esistenze future incarnandosi in uno di quei gruppi che aveva giudicato in modo erroneo. (Per maggiori informazioni: Che cos’è il karma: la guida completa)

Questo succede non perché esiste un «debito» da pagare sulla base di qualche criterio universale, ma perché questi pregiudizi – che si sono creati con una cattiva gestione della mente – hanno prodotto una memoria di «non-accettazione» che deve essere compresa e lasciata andare per poter integrare la visione cosmica in cui tutto é UNO, in cui tutti siamo uguali e provenienti dalla solita Fonte Divina. ( Per approfondire: Tutto è UNO: il funzionamento della coscienza collettiva)

Per definire con ulteriore chiarezza quanto appena detto, possiamo dire che il parametro di giudizio dell’Universo è l’amore incondizionato. Perciò, dove sono presenti azioni, pensieri ed emozioni che non vibrano sulla frequenza dell’amore, lì è presente il tuo “karma negativo”; lì è presente la “lezione karmica” che dovrai ripassare con maggiore impegno con lo scopo di trasmutarla nel principio universale dell’amore.

Quindi, non appena imparerai ad essere amore in azione, il tuo karma si scioglierà e il tuo ciclo di incarnazione si romperà definitivamente. Ora capisci perché tutti i Maestri che si sono incarnati sul pianeta Terra hanno sempre diffuso l’amore incondizionato verso sé stessi e il prossimo? Perché l’amore è un sentimento che guarisce, purifica e libera dalle catene del dolore. Ma non solo: l’amore eleva la coscienza a nuovi stati consapevolezza, unisce l’Anima con la pura essenza dello Spirito, trasmuta il conflitto in pura armonia, creando una definitiva liberazione dalla Ruota della Reincarnazione.

Un altro punto importante è che non tutte le Anime si incarnano con i soliti intervalli di tempo. Il momento di rientro sulla Terra dipende principalmente dal clima sociale, economico e culturale presente sul pianeta, in quanto le condizioni storiche rappresentano il motore cosmico da cui hanno origine tutte le prove karmiche che l’Anima deve vivere per poter comprendere sé stessa. Pertanto, non è detto che un’Anima si reincarni subito dopo la morte, ma può farlo anche dopo decenni, secoli o millenni.

Vedi, il viaggio della tua Anima è molto più antico rispetto a quanto tu possa credere. Da un punto di vista fisico sessanta, ottanta o cento anni possono sembrare un arco di tempo abbastanza consistente, ma dalla prospettiva immortale del tuo Sé Superiore si tratta di un attimo rispetto alla tua reale esperienza di vita.

È per questo che quando ti incarni perdi la memoria: non tanto perché qualcuno ha scelto di penalizzarti con una profonda amnesia, ma perché la tua mente cosciente non sarebbe capace di affrontare una quantità così vasta di informazioni. Senza un elevato livello di coscienza la tua mente impazzirebbe nel giro di qualche secondo, si paralizzerebbe completamente dinanzi a quel numero mostruoso di memorie passate.

 

“Per l’anima non c’è mai nascita, né morte.
Esiste e non cessa mai di esistere.
È non nata, eterna, esiste sempre, non muore ed è originale.
Non muore quando il corpo muore.”
(Bhagavad-gita)

 

Cerca di capire che la vita nell’Universo è perfezione, evoluzione e miglioramento. Un’Anima coraggiosa che desidera dare priorità al proprio sentiero spirituale evolverà più rapidamente rispetto a un percorso centrato sui piaceri fittizi e sul possesso materiale. Ma fai attenzione: queste parole non vogliono demonizzare le ricchezze fisiche poiché esse sono indispensabili per vivere una vita equilibrata; piuttosto desidero farti notare che l’Anima non si incarna per accumulare beni materiali di dubbia necessità, ma per essere la migliore versione di se stessa.

Ma non è tutto: ricorda che quello che conta non è capire chi sei stato o che cosa hai fatto in passato, ciò che conta davvero è il modo con cui scegli di reagire nel presente di fronte alle prove della vita. Sono le scelte e le azioni del momento, create nel tuo libero arbitrio, a poter sciogliere i «nodi karmici» e ad aiutarti a evitare incarnazioni inutili. Sono le tue decisioni fatte nell’amore a migliorare la tua vita e ad accogliere i doni dell’Universo, poiché quello che semini raccogli sempre oltre ogni misura. 

Come spiega Brian Weiss in una sua metafora, noi siamo come degli attori che recitano in un’opera di teatro. I personaggi possono anche morire, subire disgrazie o essere travolti dai peggiori drammi, ma quando gli attori tornano dietro le quinte e si tolgono le maschere che avevano indossato, si riappropriano della loro vera identità.

In un certo senso, noi siamo Anime immortali che con una certa costanza recitano con maschere diverse nella grande Opera della vita terrena, e questo avverrà fino a quando non otterremo una maestria tale da venire promossi verso nuovi piani di esistenza, dentro nuovi teatri in cui potremo recitare in condizioni migliori ma con compiti e responsabilità ancora più grandi.

Nota: questo testo è un estratto del mio libro La Legge di Attrazione al servizio dell’Anima, disponibile su tutti gli store in versione digitale e cartaceo. Ti mando un forte abbraccio, stammi bene. Riccardo Ciattini.

 

Tag: #come funziona la reincarnazione #la reincarnazione esiste #che cos’è la reincarnazione #reincarnazione e karma #cosa rappresenta la reincarnazione #l’anima è immortale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *