Il potere del perdono: una facoltà dell’Anima

Il potere del perdono: una facoltà dell’Anima

Come ho scritto nel mio libro La Legge di Attrazione al servizio dell’Anima: “Spesso il perdono viene associato erroneamente alla sconfitta e a un forte senso di debolezza ma, al contrario, è un dono che fai a te stesso e a chi ti ha ferito. Non è un invito a subire altri torti, ma è un atto di amore che scegli di fare per lasciare andare tutto quel risentimento che tieni segregato dentro di te”.
Come disse il Buddha: “Perdona gli altri, non perché essi meritano il perdono, ma perché tu meriti la pace”. Dunque, perdonare è un’azione che fai per liberarti dal veleno emotivo, dalle spine mentali e da tutto quell’odio energetico che, per mezzo della Legge di Attrazione, può solo che attirare altro dolore e altre discordie nella tua realtà esteriore.
Ricordati che siamo parte di un grande schema evolutivo dove tutte le Anime partecipano per crescere, guarire e imparare ad amare sempre più incondizionatamente. Quando due Anime non riescono a perdonare adeguatamente il loro rapporto turbolento, nelle successive incarnazioni saranno costrette a rivivere questo schema irrisolto e a lavorare non solo sul loro karma antico, ma anche su questo legame karmico. Forse i ruoli e le dinamiche saranno diverse, ma queste Anime si incontreranno di nuovo per rivivere quelle vicende che purtroppo non riuscirono a risolvere in passato. La Legge di Attrazione le attirerà di nuovo l’una davanti all’altra e, attraverso il loro libero arbitrio, potranno scegliere se agire secondo i dettami dell’amore – cambiando le sorti del loro legame karmico – o continuare a rivivere i soliti malintesi, perpetuando così i loro cicli di dolore.
Quindi, il perdono è fondamentale per potersi liberare del karma antico, per rompere quei legami di odio che ci rendono prigionieri di noi stessi. Ostinarsi a rimuginare, a offendere, a elaborare vendette verso coloro che ci hanno feriti è solo tempo perso; è una tortura che compi su te stesso e che, inevitabilmente, andrà a riversarsi sul tuo Karma individuale, poiché il Principio Karmico è molto chiaro:  raccogli sempre ciò che semini. 

Essenzialmente, noi non siamo il nostro corpo ferito, non siamo il nostro ruolo umiliato, non siamo ciò che possediamo e che ci viene portato via con l’inganno, noi siamo anime! Siamo un involucro di assoluto amore incondizionato che vibra su frequenze elevatissime e che, vita dopo vita, sceglie di fare esperienza su questo pianeta per realizzare tutto il suo potenziale divino. Certo, questo non significa dover assecondare i maltrattamenti altrui, ma comprendere che tutto si mostra per una ragione, per uno scopo che è sempre legato all’evoluzione della nostra Anima. Se qualcuno ci fa del male vuol dire che qualcosa ci sta ritornando per delle cattive azioni passate, per risolvere nodi karmici che ancora non sono stati del tutto slegati dalla nostra interiorità. Magari, per esempio, essendo ancora impantanati nello schema della ferita del rifiuto (tutto spiegato nell’articolo: Le 5 ferite dell’Anima o ferite karmiche) attrarremo, attraverso la Legge di Attrazione, persone che ci rifiuteranno e che, appunto, ci faranno soffrire.

La Legge di Attrazione è molto chiara: attrai ciò che è simile a te. Se vogliamo stare bene spiritualmente, fisicamente e in termini relazionali, dobbiamo vibrare secondo vibrazioni di pace e amore, ma ciò non è possibile se siamo bloccati in certi schemi interiori – proprio come quello del rifiuto – o siamo restii a lasciare andare tutte quelle emozioni di rancore che proviamo nei confronti di qualcuno o, addirittura, verso noi stessi o la vita in generale.

Pertanto, per imparare a sviluppare il sentimento del perdono, possiamo svolgere questo semplice esercizio: pensa alla persona che non hai ancora perdonato e ripeti con amore, ma fermamente, queste parole: “Ti perdono per tutte le incomprensioni che ci sono state, per tutto il male che mi hai fatto, per tutte le ferite che mi hai causato. Per amore nei miei confronti, ti perdono e ti lascio andare dalla mia mente, dal mio cuore e, infine, dalla mia Anima. Con gentilezza ti dico: segui per la tua strada e io continuo per la mia, tu sei libero e anche io lo sono”. Infine, concludiamo questo esercizio compiendo la trasmutazione definitiva con l’invocazione dell’Energia Divina: “Invoco coscientemente la Legge del Perdono per le mie trasgressioni alla Legge dell’Amore e per quelle di tutta l’umanità cosciente o non cosciente. Restauraci, Fonte Divina, affinché la tua energia possa rimuovere ogni causa, effetto, registro e memoria di tali errori del passato, presente o futuro”.

Stammi bene, un abbraccio. Riccardo Ciattini.

#il potere del perdono #facoltà dell’anima #perdono energetico #perdonare le persone

Autore

  • Riccardo Ciattini

    Namasté! Mi chiamo Riccardo Ciattini e sono l'autore del libro "La Legge di Attrazione al servizio dell'Anima". Il mio scopo è quello di riportare per iscritto le saggezze che ho appreso in India e in giro per il mondo, cercando di donare una profonda consapevolezza su cosa significa vivere dal cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *