La spiritualità: il viaggio dell’Anima

La spiritualità: il viaggio dell’Anima

 

Che cos’è la spiritualità?

 

Ti sei mai chiesto realmente quale significato profondo nasconde questa parola? Per spiritualità non si intende essere superstiziosi o credere in specifiche dottrine religiose, ma ampliare la prospettiva interiore e intraprendere un viaggio verso la riscoperta della propria Anima. Significa andare oltre la materialità del corpo e prendere consapevolezza di tutte quelle dimensioni interiori che influenzano la qualità della vita e il sentiero stesso dell’Anima.
Come viene insegnato da millenni da tutte le scuole di saggezza, questi “regni interiori” sono essenzialmente quattro e sono: la dimensione mentale, emotiva, energetica e karmica.
Da una prospettiva spirituale, finché non inizieremo a creare un equilibrio tra queste quattro realtà, non potremo liberarci definitivamente dal dolore e quindi aprirci ad una vita più appagante e felice.

Per entrare ancora più nel dettaglio, il “corpo mentale” è il centro di esecuzione della tua Anima. In questo luogo ha sede l’intelletto e tutte quelle facoltà legate alla logica e alla razionalità. Senza una corretta gestione della mente, sarai destinato ad una vita ricca di problematiche e di squilibri interiori che ti impediranno di portare nella materia i talenti e le vocazioni più profonde della tua Essenza Animica che intuitivamente ti esorta a perseguire e a realizzare.
Il “corpo emotivo” o emozionale è associato ai sentimenti e contiene tutti gli schemi emotivi che determinano come ti senti con te stesso e come ti rapporti con gli altri.
Quando a livello cosciente rifiuti uno schema emozionale doloroso, quando blocchi o sopprimi una determinata energia emotiva, crei squilibri negli altri corpi sottili. Causi blocchi energetici che potrebbero riflettersi sul corpo mentale, fisico o addirittura su quello karmico. Per esempio, potresti rivivere la cosiddetta “somatizzazione” e quindi trasformare un’emozione irrisolta in un disturbo o in una malattia.
Il corpo energetico è il rivestimento che circonda il corpo fisico. In gergo orientale è chiamato “Aura” ed è il veicolo attraverso cui scorre l’Etere, il Prana o Energia Vitale. Essa è una Forza energetica descritta da millenni dalle filosofie orientali e studiata da circa un secolo dalla scienza moderna. (Se vuoi approfondire: “Aurameter: il dispositivo che legge l’aura delle persone”  o “Confermata l’esistenza dei chakra: le rivelazioni della scienza” )
L’Energia del Cosmo viene assorbita da sette principali porte chiamate chakra e diffusa tramite una complessa rete di canali energetici identificati con il nome nadis. (Anche qua: “Che cosa sono i Chakra e come funzionano”
Il corpo karmico è quello più sottile e impercettibile. Non può essere percepito dai nostri sensi fisici poiché vibra su una frequenza talmente alta che solo pochi chiaroveggenti possono riuscire ad osservare. Esso comprende l’insieme di tutte le tue memorie della tua Anima, ovvero tutto ciò che hai prodotto come essere individuale, come Anima che si evolve vita dopo vita. È il piano sottile dove vive il tuo Karma personale, il luogo dove tutto ha una risposta, le cause e le conseguenze degli eventi vissuti, che stai attualmente vivendo o che sarai destinato a vivere.

 

È giusto precisare che per Karma non si intende una predestinazione, ma una predisposizione interiore a vivere certi eventi. Tutto ciò che la tua Anima non ha compreso, guarito o trasformato in perdono, accettazione e amore, si ripresenterà sottoforma di evento karmico.

 

Per fare un esempio, se in una vita passata hai odiato un certo gruppo di persone, è molto probabile che in una delle prossime incarnazioni ti ritroverai a vivere in una di quelle comunità che tanto criticavi e discriminavi. Questo perché il Karma non è una punizione né tantomeno una maledizione, ma un processo universale che ti permette di perfezionarti e di progredire interiormente.
In questo caso, quindi, non ti incarnerai in quella comunità perché qualcuno ha scelto di ridarti “pan per focaccia”, ma perché al tuo interno era presente uno schema mentale totalmente fuorviante e ricco di odio che andava a scontrarsi con il principio di fondo dell’Universo: l’amore incondizionato.

 

Per maggiori informazioni:

 

Purtroppo, nella società di oggi si punta quasi solo ed esclusivamente ad approfondire la dimensione mentale – e in pochi casi quella emotiva – e a non tenere in considerazione l’aspetto energetico e karmico di ogni persona.  Se la depressione sta diventando una delle malattie più diffuse al mondo e l’insoddisfazione esistenziale sta prendendo piede dentro i cuori di quasi tutte le persone, è perché fin da piccoli abbiamo subito una cattiva influenza scolastica e sociale che ci ha reso totalmente squilibrati e sconnessi interiormente.
Questo sfasamento interiore ci porterà inevitabilmente ad attirare una vita su quella lunghezza d’onda, poiché come hanno descritto tutti i maestri e i santi che hanno calpestato il suolo terrestre: la dimensione esteriore è solo un riflesso di quella interiore.

 

Perciò, queste quattro dimensioni interiori – mentale, emotivo, energetico e karmico – creano l’universo vibratorio della tua Anima e sono l’origine da cui prende forma la tua vita esteriore.

 

Il corpo fisico, caro mio/a, rappresenta solo il guscio dove viene contenuta la tua coscienza immortale. Nel tuo profondo, non sei un essere umano che sta vivendo un’esperienza spirituale, ma un essere spirituale che sta vivendo un’esperienza umana. Siamo Anime che hanno scelto di «scendere» per completare quelle lezioni lasciate in sospeso in altre vite passate. Lo scopo è di comprenderle, trasmutarle nell’amore e raggiungere la definitiva congiunzione con la nostra parte divina in tutti gli aspetti di vita.
Il pianeta Terra, quindi, è semplicemente una scuola dove siamo costretti ad affrontare certi esami, e finché non li passeremo a pieni voti, li rivivremo ciclicamente attraverso due leggi universali che coordinano tutti gli ingranaggi del cosmo e anche la nostra stessa vita: il Karma e la Legge di Attrazione.

 

Per maggior informazioni:

 

In conclusione, come ha scritto il filosofo Kalil Gibran, la spiritualità è «la cosa più essenziale nella vita dell’uomo e lo scopo ultimo della sua esistenza» poiché l’Anima si incarna per comprendere, evolvere e ritrovare la strada verso la totale consapevolezza di chi è veramente.
Un vero aspirante spirituale comprende che tutti i problemi – individuali e addirittura collettivi – nascono da uno squilibrio di queste quattro dimensioni interiori. E perciò, finché non ci occuperemo di sviluppare un nuovo modo di pensare, di sentire, di fluire e di agire, saremo vincolati a vivere esperienze ripetitive, poco soddisfacenti e in certi casi anche dolorose.
Tuttavia, non appena inizierai ad immergerti nella tua interiorità e ad avviare consapevolmente un processo di trasformazione, l’Universo inizierà a mettersi in moto e a donarti tutto ciò di cui avevi bisogno per intraprendere qualcosa di difficile e complesso, ma dagli orizzonti indescrivibilmente meravigliosi : il Viaggio della tua Anima.

 

Ti mando luce e amore. Riccardo Ciattini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.