La legge di Attrazione al servizio dell’anima (Libro)

La legge di Attrazione al servizio dell’anima (Libro)

LA LEGGE DI ATTRAZIONE AL SERVIZIO DELL’ANIMA

Il potere della mente al servizio del potere dell’Anima

 

 

“Un libro che dedico a te, Anima in evoluzione.”

Riccardo Ciattini

 

 

PREFAZIONE

 

Questo libro è la chiave verso un nuovo modo di vedere la Legge di Attrazione. E’ un viaggio verso nuovi paesaggi interiori in cui riconoscerai le qualità della tua Anima, in cui riscoprirai quei doni assopiti che dimorano nelle tue stanze interiori e che aspettano solo di emergere in tutta la loro potenza divina.

L’Anima è la parte più autentica, immortale e profonda del tuo essere, è la sorgente da cui sgorga ogni ricchezza, la fonte da cui prende forma ogni saggezza, è la forza inamovibile che ti permette di superare ogni paura e difficoltà.

Quando ti riappropri dei suoi doni preziosi cominci ad apportare una profonda trasformazione in ogni aspetto della tua vita: lavoro, relazioni interpersonali, salute fisica, emotiva e mentale, raggiungimento dei tuoi obiettivi e una profonda crescita interiore. Tutte le tue facoltà interiori iniziano ad illuminarsi e a ristabilire una verità che da tempo la tua Essenza Animica reclama ad alta voce: tu sei l’unico artefice del tuo destino, tu puoi contribuire a rendere questo mondo un posto più pacifico e pieno di amore.

 Secondo le scuole di pensiero più antiche esistono delle Leggi Universali, dei Principi Divini che regolano gli equilibri del Cosmo. Tutto si muove secondo una logica precisa, tutto si mostra per una ragione profonda, tutto fluttua in un apparente caos in cui ogni cosa trova ordine e armonia.

Questa è l’essenza di alcune Leggi Spirituali che rappresentano la chiave per dare un significato più profondo alla vita, per riappropriarsi del diritto di vivere in armonia con l’Universo; per raggiungere i traguardi più ambiti e allontanarsi da tutte quelle sofferenze che legano in uno stato d’oblio l’Anima.

In questo fluire cosmico, due sono le Leggi Immutabili che governano la Creazione e che mantengono in equilibrio ogni cosa:

 

La Legge di Attrazione e la Legge del Karma.

 

Queste due Leggi sono la porta d’accesso verso la tua Anima, sono il propulsore al tuo risveglio interiore, sono la risposta a quegli enigmi che in certi casi opprimono l’esistenza e che spesso ti portano a percepire la vita come qualcosa di inutile e senza senso.

E’ una nuova visione d’insieme in cui realizzi che il Karma e la Legge di Attrazione sono leggi immutabili, imparziali che adoperano all’unisono in qualsiasi istante della tua vita.

Ogni cosa ha una sua ragione di esistere, ogni singolo momento è il prodotto di questi processi in cui tu diventi unico e solo responsabile di quello che ti accade, la causa e la conseguenza di quello che vivi, la vittima e il carnefice di quello che subisci.

La Legge del Karma ci dice semplicemente che tutto quello che l’Anima non riesce a risolvere o a comprendere lo rivivrà nelle sue successive incarnazioni, mentre la Legge di Attrazione afferma che il simile attrae il simile; tu sei come una calamita che attrae a sé circostanze e persone che sono il riflesso del tuo mondo interiore. Niente nasce per caso, nessuno è vittima di maledizioni o di punizioni divine, tutto si intreccia in questo dare e ricevere tra te e l’Universo, in questo scambio reciproco in cui le tue azioni, pensieri ed emozioni ritornano indietro per forgiare la tua vita e quindi il tuo Cammino Animico.

Come vedrai nel corso dei capitoli, l’Anima non può evolvere senza la Legge del Karma (e della Reincarnazione) come non può portare nella materia i suoi intenti senza la Legge di Attrazione. Tutto si crea attraverso l’interazione di questi due principi cosmici. E non per travisare o dare un’interpretazione sbagliata di questi fenomeni, ma per ampliare e perfezionare un argomento che nel corso del tempo è stato trattato con parecchia confusione e superficialità.

Capire questo è importante per riappropriarti del potere di agire sugli eventi, per aprirti ad una nuova prospettiva che ti permetta di vedere le cose da un livello più ampio e coerente con la visione della tua Anima. Per essere consapevole che tu disponi di una potenza creativa che puoi esercitare senza alcun tipo di condizione e che puoi utilizzare liberamente grazie al tuo libero arbitrio.

In qualsiasi momento puoi destarti da questo sonno per risvegliarti e iniziare a creare una realtà più gioiosa, amorevole e utile alla crescita del tuo Essere Interiore, così da allontanarti da quello scorze di dolore che oscurano il tuo cielo interiore e che lo riempiono di nuvole temporalesche.

 

Questo libro, quindi, vuole fornire una nuova chiave di lettura per vedere la Legge di Attrazione da una diversa angolazione che possa fare da ponte tra mente e cuore, tra corpo e Anima, così da infondere un importante miglioramento in tutti i campi della tua vita.

Dopotutto, se ci pensi, la conoscenza universale non ha limiti: ogniqualvolta che giungiamo su un nuovo gradino, l’Universo ci rivela sempre qualcosa di nuovo, ci mostra sempre ulteriori gradini da raggiungere per avvicinarci ancor di più alla maestria della nostra Anima e alla realizzazione della Scintilla Divina che risiede dentro di noi.

Proprio per questo ti esorto ad immergerti in questa lettura senza avere pregiudizi sull’argomento. Viviamo in una società in cui le persone sono abituate a stabilire in anticipo quali abiti e quali forme avrebbe dovuto assumere e vestire la verità. Ad etichettare come falso tutto ciò che la mente fatica a comprendere o che non riesce a percepire con i propri cinque sensi.

L’Amore per esempio non è reale, non è tangibile, eppure esiste. Non ha una forma fisica, non è ingabbiata in formule o equazioni, eppure siamo coscienti di quanto sia infinita e potente l’energia dell’amore. Gli stessi pensieri sono fisicamente invisibili, non possiedono una reale tangibilità nella dimensione fisica, eppure ogniqualvolta ti immergi nelle tue visualizzazioni o nei tuoi film mentali quelli sono lì, proprio davanti a te, di fronte al tuo “occhio mentale”.

Ebbene, in questa lettura l’invisibile sarà il portale che ti condurrà verso la chiarezza, verso quelle conoscenze che ti appartengono da sempre e che potranno ristabilire quel naturale contatto con la tua parte più profonda. Riceverai gli strumenti per risvegliare la tua Anima, per manifestare gli intenti che desidera portare nella materia e per riempire di amore tutti i campi della tua vita.

Affronterai un viaggio interiore che ti farà osservare la Legge di Attrazione attraverso un nuovo paradigma più spirituale e coerente con il tuo Karma, che ti donerà i mezzi necessari per esprimere chi sei veramente e per diventare unico e solo protagonista della tua esistenza.

 

Riccardo Ciattini – Creatore del sito IlBen-Essere

 

 

 

Una lettera per TE

 

Cara Anima,

Tu disponi di una Luce che nessuno può spengere perché tu sei la Scintilla Divina che tutto può, tutto fa e tutto crea.

Niente può impedirti di vivere come vuoi o di ostacolare le scelte che desideri fare poiché tu sei libertà, sei coraggio, sei forza che agisce per amore.

Hai tutto il diritto di poter scegliere secondo il tuo sentire e di esprimere tutta la grandezza e la luminosità che dimora al tuo interno.

Pertanto fai attenzione alle richieste del mondo e alle pretese della famiglia perché tu sei un’Anima libera. Non hai deciso di incarnarti per compiacere i tuoi cari o per accontentare le imposizioni di qualcun altro. Sei qua per evolvere, per rivendicare la sacralità del tuo spazio interiore e per farlo fiorire nell’amore, nella saggezza e nella gioia di vivere.

Impara ad ascoltare quella parte più profonda di te che ogni volta ti spinge oltre, che ti sprona a liberarti dalle catene e ti mette in allerta quando qualcuno cerca di limitarti. Quando non ti senti libero di esprimere ciò che sei e ti esorta ancor più forte a farlo. Lei vuole solo il bene per te e sa come poter raggiungere l’armonia in ogni campo della vita.

Tu sei un’Anima immortale che molte vite fa ha deciso di fare esperienza sul piano fisico per affinarsi ed evolvere nel grande gioco della vita. Decidesti di farlo non per dominare, possedere o manipolare, non per essere prigioniero delle tue paure e delle tue ansie, ma per riconoscere le tue parti da amare, da perdonare, da comprendere, da lasciare andare e da esprimere con ancora più dolcezza.

Quando prendi consapevolezza di avere un tesoro autentico che nessuno può imprigionare e impari a decodificare questo linguaggio delicato e sottile con cui comunica l’Anima, puoi davvero intraprendere il Cammino verso la realizzazione di chi sei veramente e dei tuoi desideri più puri e profondi.

Puoi iniziare ad usare la Legge di attrazione per scopi umili e costruttivi, e attrarre una nuova versione di te in cui il nuovo porta a galla l’antico, la scoperta si mostra verità eterna e l’amore diventa la chiave suprema per creare abbondanza e armonia dentro e fuori la tua vita.

 

 

Cap.1- IL SIMILE ATTRAE IL SIMILE

 

 

“Nessun altro ti costringe a vivere in un inferno: sei tu a sceglierlo. La mente vede il negativo e lo diventa, perpetuando così la miseria: più negatività hai nella mente, più negativo diventi e più negatività accumuli. Il simile attrae sempre il simile e questo va avanti da vite intere! Manchi l’estasi della vita a causa di questo approccio negativo”.

Osho

 

La Legge dell’Attrazione rappresenta un processo universale che mantiene in equilibrio tutto il Cosmo e che permette all’Anima di vivere nel libero arbitrio e di attrarre e creare tutto quello che le occorre per realizzare il suo Cammino.

Tutto si manifesta secondo questa semplice logica: ogni cosa attrae il suo simile, ogni vibrazione si unisce ad una vibrazione simile o uguale. Laddove poni la tua attenzione, tutto accresce. Che sia qualcosa che desideri o che non vuoi non ha importanza, maggiore è la concentrazione che poni su un certo pensiero o emozione e maggiore sarà la sua capacità di attrazione.

Si tratta di una Legge che agisce in ogni momento e in ogni angolo dell’Universo, non vi è nulla che è esente da questo principio, tutti sono soggetti a questo processo universale. Tu sei energia, sei un emettitore energetico che trasmette in ogni istante una certa frequenza vibratoria; sei come un magnete che attira a sé esperienze simili alla sua forza magnetica, pertanto non è importante se ci credi o se ignori la Legge di attrazione, ogni cosa entra nella tua vita secondo questo principio.

Se pensi alla tua vita, puoi individuare parecchie situazioni in cui questo processo si manifesta chiaramente: ad esempio se pensi ad una persona, e dopo poco ti capita di incontrarla o di ricevere sue informazioni, oppure quando temi qualcosa e puntualmente quella preoccupazione si realizza nel tempo.

Il principio è che viviamo in un Universo attrattivo; quando pensi ad una cosa la inviti nella tua esperienza, la richiami per mezzo del potere magnetico dei tuoi pensieri. Quando l’intensità di un certo pensiero diventa più forte e lo rivesti di un sentimento, il suo potere di attrazione accresce fino ad attrarre quell’esperienza nella tua vita.

 

Ma come può l’invisibile essere la forza trainante della dimensione fisica? Quali sono le prove che possono riconoscere a tutti gli effetti la veridicità di questa Legge Universale?

 

Per esperienza personale ritengo l’approccio scientifico quello più efficace per rompere quelle resistenze che la mente razionale pone ogniqualvolta che si approccia ad un argomento che va contro il suo sistema di credenze. D’altronde sono domande a cui possono essere date risposte coincise e dettagliate se prendiamo in considerazione le scoperte della fisica quantistica.

Nei primi anni del Novecento menti brillanti come Max Planck, Albert Einstein, Niels Bohr, Nikola Tesla e altri illustri scienziati, gettarono le basi per una rivoluziona scientifica che stravolse la visione della materia e dell’Universo. Questi pionieri fecero importanti rivelazioni che dimostrarono in maniera incontrovertibile come l’Universo sia davvero una creazione perfetta e armonica in cui fili invisibili dei piani sottili tessono le reti dense del fisico.

 

IL SIMILE ATTRAE IL SIMILE: LE SCOPERTE DELLA SCIENZA

 

Dobbiamo partire dalle fondamenta e comprendere che la Legge di Attrazione può anche essere chiamata Legge di Risonanza. Probabilmente molti avranno già studiato o sentito solo nominare questa legge fisica, ma poco importa perché in questo paragrafo sarà descritta attraverso concetti semplici e basilari e quindi accessibili per tutti.

In sostanza, la Legge di Risonanza afferma che due cose simili, ovvero con solita frequenza, si attirano e si amplificano. Mentre due cose differenti, quindi con frequenza differente, si respingono.

Un esempio di risonanza può essere fatto con il diapason, il quale vibra e rilascia un determinato suono solo ed esclusivamente se lo strumento percepisce intorno a sé una frequenza uguale alla sua. Quindi, se noi per esempio avessimo un diapason da 500hz, egli inizierà a vibrare solo quando percepirà una qualsiasi frequenza simile o uguale a quella da 500hz.

Questo principio di risonanza lo troviamo presente anche nella radio ricevente, che è predisposta per le onde medie proprio sulla base della sua risonanza. Perciò onde corte e onde lunghe non vengono percepite perché non fanno parte del suo “mondo vibrazionale”.

 

Prima del ‘900 vigeva questa convinzione secondo cui il principio di risonanza fosse adattabile solo agli strumenti e ai dispositivi che fossero in grado di emanare un determinato suono e quindi una determinata vibrazione o frequenza. Fino ad allora non venne mai presa in considerazione l’idea, e tantomeno teorizzata, che anche l’essere umano fosse un emettitore di frequenze e che quindi potesse essere influenzato dalla Legge di Risonanza.

Ma con l’avvento della fisica quantistica, molti paradigmi scientifici crollarono definitivamente: una nuova visione di insieme si fece spazio, e un nuovo periodo di rivoluzioni scientifiche e di pensiero vide la nascita grazie ad importanti scoperte attuate da scienziati di importante caratura.

Il primo a mettere in discussione questo concetto, fu il fisico tedesco Max Planck: egli fu alla prova dei fatti il padre fondatore della fisica quantistica e grazie alla sua teoria sui quanti riuscì ad aggiudicarsi il premio Nobel della scienza nel 1918.

Ma quello che incuriosisce di Planck, e della sua personalità, è il fatto di essere stato anche uno scienziato attento e propenso alle questioni filosofiche. Egli era infatti convinto che il mondo spirituale e quello scientifico si completassero a vicenda, ed è proprio grazie a questa sua visione “olistica” che a Firenze nel 1944 dichiarò: ” Avendo consacrato tutta la mia vita, alla Scienza più razionale possibile, ovvero lo studio della materia, posso dirvi almeno questo a proposito delle mie ricerche sull’atomo: la materia come tale non esiste! Tutta la materia non esiste, che in virtù di una forza, che fa vibrare le particelle, e mantiene questo minuscolo sistema solare dell’atomo. Possiamo supporre al di sotto di questa forza, l’esistenza di uno Spirito intelligente e cosciente. Questo spirito, è la ragione di ogni materia “

Potete ben immaginare quanto clamore fecero queste parole e quanto risuonarono, anche con un pò di scetticismo, nel mondo scientifico. Infondo in quel periodo la scienza era convinta di aver raggiunto un’ottima comprensione dell’Universo, le leggi di Newton, le passate scoperte sulla gravità e sul funzionamento dei pianeti e delle stelle, illusero gli scienziati di essere approdati verso gli ultimi gradini nella scala della conoscenza universale.

Ma quando furono teorizzate e poi successivamente dimostrate le scoperte sui quanti e sulla natura quasi “poco sensata” del mondo sub-atomico, questa gigante convinzione venne completamente spazzata via.

Tra le numerose scoperte prodotte dalla fisica quantistica quella più iconica è stata senza dubbio la rivelazione della natura illusoria della materia: quello che emerse è che se noi sezionassimo un atomo, noteremmo che esso è formato da un nucleo composto da protoni (particelle positive) e neutroni (particelle prive di carica) al cui intorno vi ruotano senza seguire un’orbita ben definita ma ad una definita distanza, gli elettroni (particelle di carica negativa).

E questo più o meno lo sappiamo tutti, ma ciò che potrà far sobbalzare dalla sedia molti lettori e mandare in confusione alcune tra le tante credenze che le persone possiedono sulla realtà, è una scoperta passata molto in sordina ed estremamente paradossale e illuminante: infatti se noi andassimo ad ingrandire il nucleo atomico alla grandezza di un sasso, l’elettrone ruoterebbe intorno ad esso alla distanza di ben un kilometro! Quindi questo comporta che lo spazio all’interno di un atomo sia formato prevalentemente da spazio vuoto. Esattamente per il 99,999999%.

 

Alla base, questo implica che il libro contenente queste parole o il dispositivo su cui stai leggendo questa lettura, la sedia su cui ti siedi, la casa in cui vivi, quella cosiddetta realtà solida, è formata per la maggior parte da spazio vuoto.

Ovviamente, come intuivano gli scienziati quantistici, qualcosa era presente in quello spazio apparentemente infinito e senza senso dell’atomo. Infatti quello che emerse nel tempo fu una verità che veniva già insegnata da millenni da tutti i maestri e le filosofie spirituali: tutto è energia e vibrazione, ogni atomo viene riempito da questo Forza Energetica che, vibrando ad una determinata frequenza, fa percepire ai nostri sensi fisici una realtà solida e reale.

Pertanto ogni cosa nell’Universo è fatta di energia, compresi noi, per cui il principio di risonanza non solo vale per i dispositivi elettrici o elettronici ma bensì per tutto. Per ogni cosa presente nell’Universo; anche per l’essere umano.

 

Se sfogliassimo l’autobiografia di Albert Einstein, nelle miriadi di riflessioni presenti sulla sua vita e sull’intera umanità, troveremmo al suo interno un’affermazione che incornicia al meglio la sua conoscenza sulla Legge di Attrazione e sulla natura paradossale della materia: “Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c’è altra via. Questa non è filosofia. Questa è fisica. “

 Queste scoperte vennero comprese a catena da tutte le menti eccelse di quel periodo. Einstein e Planck furono i pionieri, i primi scienziati ad affermare la reale natura controintuitiva della materia; ma non furono gli ultimi: nei successivi decenni numerose furono le menti brillanti che andarono a rafforzare con ancora più forza le teorie quantistiche della materia, la quale oramai non era più osservata come un fenomeno individuale e separato ma come qualcosa di unitario ed omogeneo.

Niels Bohr, un fisico danese che dette un contributo significativo alla comprensione della struttura atomica e della teoria quantistica dichiarò: “Se la meccanica quantistica non ti ha profondamente scioccato, significa che non l’hai ancora capita. Tutto ciò che chiamiamo reale è fatto di cose che non possono essere considerate reali. “

Un altro scienziato famoso per le sue rivoluzionarie scoperte nel campo energetico fu Nikola Tesla. Storicamente, gran parte della sua notorietà è da attribuire alla progettazione e invenzione del sistema elettrico a corrente alternata (AC), ad oggi il sistema elettrico predominante utilizzato in tutto il mondo. Ma dopo questa importante scoperta Tesla non rimase con le mani in tasca; continuò a fare scoperte fondamentali nei campi dell’energia e della materia che lo condussero ad una nuova percezione dell’Universo. Ebbe confronti con Swami Vivekenanda, una delle figure più iconiche di quei tempi nella filosofia spirituale indiana, che lo portarono a rivalutare la sua prospettiva scientifica e ad amalgamarla con la visione spirituale orientale. E così in un’intervista rilasciata sul New York Times nel 1908 dichiarò: ” Ogni atomo misurabile è differenziato da un fluido tenue, che riempie tutto lo spazio con un movimento circolare, come un vortice di acqua in un lago calmo. Mettendo in movimento questo fluido, l’etere, diviene materia.”

Da una parte non è sorprendente; la fisica quantistica ha semplicemente dimostrato in maniera incontrovertibile quello che le antiche culture predicano da millenni: si parla di Chi nelle tradizioni cinesi, Prana nello Yoga o Ki nel Reiki. In tutti i casi, si parla di un’energia sottile universale portatrice e creatrice dei processi di vita dell’intero Universo.

Da questo punto di partenza, nel corso della storia umana, molte filosofie spirituali hanno sviluppato vere e proprie scuole di pensiero come il buddismo o il taosimo. Anche nel campo terapeutico pratiche come il reiki, la pranoterapia, la cromoterapia, hanno basato i loro insegnamenti e le loro esperienze intorno a questo campo energetico.

Proprio come la fisica quantistica, le antiche filosofie orientali e spirituali descrivono questa energia come una fitta ragnatela che mette in connessione ogni angolo dell’Universo e che risiede dentro ogni cosa.

In sostanza, il collante che fa da ponte tra il Percepito e il Non Percepito è proprio questa Sacra Energia venerata, studiata e compresa dalle antiche culture e analizzata, accertata e illustrata dalla scienza moderna. E’ poi il principio di risonanza ad indirizzare verso la giusta direzione queste energie e a farle collassare nella materia al momento opportuno.

 

 

 

Cap.2- I PRINCIPI DELLA LEGGE DI ATTRAZIONE

 

 

“Tutti i poteri dell’universo sono già dentro di voi. Siete voi che vi siete coperti gli occhi con le vostre mani. Vi lamentate che è buio. Siate consapevoli che intorno a voi non ci sono tenebre. Togliete le mani dai vostri vostri occhi e apparirà la luce, che era lì da un’eternità.”

Swami Vivekenanda

 

La vibrazione è alla base della Creazione, tu sei un Essere Vibrazionale che vive all’interno di un Universo Vibrazionale. Tutto si muove e si mantiene in armonia attraverso questo processo di attrazione che unisce tutto ciò che è simile e respinge tutto quello che vibra su frequenze differenti.

Nel Vangelo (Luca), viene citata questa frase di Gesù: “A chi ha, sarà dato e vivrà nell’abbondanza. A chi non ha, sarà tolto anche quel poco che ha”.

In questo passaggio il Cristo menziona chiaramente uno dei principi cardini della Legge di attrazione: non si tratta di un Karma punitivo né di una legge morale, bensì di una legge fisica che lo stesso Gesù conosceva e insegnava ai suoi discepoli. Una persona che vive nella gioia e nell’amore attrae a sé eventi e persone che corrisponderanno alla frequenza vibrazionale del suo polo magnetico, pertanto: “A chi ha, sarà dato e vivrà nell’abbondanza”.

Viceversa, chi vive nella rabbia ed è costantemente imprigionato nelle sue paure e ansie, costruirà la sua realtà esteriore sulla base di queste frequenze sporche e negative, perciò: “A chi non ha, sarà tolto anche quel poco che ha”.

Esistono tuttavia documenti ancora più antichi rispetto alle prime divulgazioni del Cristo. La Tavola di Smeraldo, datata intorno al 3000 a.C., è presumibilmente il primo testo scritto che divulga il “segreto” della Legge di Attrazione.

Si tratta di un reperto storico ritrovato in Egitto il cui testo è stato inciso su una lastra di smeraldo. L’autore secondo gli storici è Ermete Trismegisto, un maestro spirituale che è stato fondatore della corrente filosofica nota come ermetismo.

Nella tavola smeraldina è rievocato il Potere della Creazione, quale Scintilla Divina presente dentro ogni essere umano e tesoro prezioso di qualsiasi Anima.

Come si evince in una parte del manoscritto: “… Ciò che è in basso è come ciò che è in alto e ciò che è in alto è come ciò che è in basso per fare i miracoli di una sola cosa.”

 

Quello che Ermete vuole farci capire con queste parole è un principio cardine dell’Universo e della Legge di Attrazione: Come in basso, così in alto. Come dentro così fuori, come fuori così dentro. Come nel grande, così nel piccolo. Ogni pezzo è essenziale per la Creazione e per l’equilibrio del Tutto, ogni estremo trova corrispondenza nel suo opposto, dunque per capire il fuori dobbiamo vedere dentro e per capire il dentro dobbiamo vedere fuori.

La Legge di Attrazione ti dà sempre, assolutamente sempre, in modo equivalente quello che tu dai. Se ti giudichi, ti giudicheranno. Se ti ami, ti ameranno. Se ti tratti male, ti tratteranno male. E così via.

Siamo tutti specchi gli uni degli altri, ogni persona che incontriamo è lì per ricordarci qualche aspetto di noi stessi, per rivelare informazioni su chi siamo e su quello che non accettiamo di noi.

Tutte le persone possono essere un’opportunità di crescita, un’occasione per progredire sul piano animico e per capire cosa stiamo attraendo attraverso la Legge di Attrazione. Perciò prima di criticare le cose che non accettiamo degli altri, sarebbe molto saggio chiedersi quale aspetto di noi si sta riflettendo attraverso quella persona.

Un altro punto importante legato alla Legge di Attrazione è che tu attrai le persone che vibrano ad una frequenza simile alla tua, mentre allontani, le persone che vibrano ad una frequenza diversa.

Quante volte ti sarà capitato di sentirti a tuo agio con una persona, riuscire ad esprimere al meglio la tua Essenza, mentre in altre circostanze essere a disagio senza un apparente motivo e provare una voglia irrefrenabile di allontanarsi da essa?

Il famoso proverbio “chi si somiglia si piglia” rispecchia in maniera chiara il principio della Legge di Attrazione. Ogni persona si sente attratta inconsciamente verso quegli ambienti e quelle persone che vibrano in maniera simile alla sua frequenza, pertanto non sorprenderti se nei momenti di trasformazione interiore alcune relazioni si perfezionano o addirittura finiscono, è il flusso naturale delle cose. Sono i cambiamenti interiori più forti a portare rinnovamento e trasformazione nella sfera delle relazioni, poiché è quando cambi dentro che il fuori inizia a mutare.

 

QUELLO CHE TEMI LO ATTRAI

 

Tutto quello che crei sul piano mentale ha effetto sul piano materiale. Quando, volente o nolente, ti sintonizzi sulla frequenza di ciò che desideri oppure temi, tu di fatto lo attrai.
Il motivo è che per l’Universo non ha importanza se si tratta di una cosa che desideri avere o che temi vivere, esso risponderà sempre alla tua offerta vibrazionale.
Il principio è che l’energia va dove si dirige la tua concentrazione, perciò quando rivolgi la tua attenzione alla negatività non fai altro che amplificarne i contorni.
Non escludi qualcosa dicendo “no, non ti voglio” , ma piuttosto quando smetti di dare energia a tutti quei pensieri carichi di ansia e di paura.
Il punto di inizio quindi, comincia quando prendi consapevolezza che sei tu il creatore della tua vita e che tutto dipende esclusivamente da te.
Quando dirigi con il pensiero l’attenzione sulla mancanza e la negatività, le tue emozioni inizieranno a spaziare da un senso di preoccupazione ad una profonda sensazione di paura, emettendo una vibrazione sempre più forte e attrattiva. Più pensi a qualcosa che non vuoi o che ti fa stare male, e piú con il tempo attrarrai situazioni od oggetti che corrisponderanno a quella vibrazione. Viceversa, più concentrerai la tua attenzione su quello che vuoi o che ti fa stare bene e piú l’Universo ti darà quello di cui hai bisogno e che sarà simile alla tua frequenza vibrazionale.

 

 

LA CREAZIONE INTENZIONALE

 

Nella Legge di Attrazione le emozioni e i pensieri rappresentano un mezzo per spostare repentinamente la vibrazione verso una frequenza più alta e coerente con quello che desideriamo.

Da un punto di vista teorico, quando la frequenza vibrazionale del tuo Essere corrisponde a quella del tuo desiderio, tutto l’Universo inizia a cospirare a tuo favore e a consegnarti per mezzo del principio di risonanza l’oggetto o l’esperienza del tuo desiderio.

Questo potrebbe avvenire concentrando i pensieri verso scenari in cui il desiderio si realizza, mentre a livello emotivo percepire, sentire, vivere con chiarezza lo stato emotivo positivo che queste visualizzazioni inducono in noi.

In ogni caso quanto più intenso è il sentimento dentro il desiderio, tanto più rapidamente si manifesterà nella nostra esperienza.

Pertanto, se imparerai a controllare i pensieri e le tue emozioni, potrai imparare a governare la Legge di Attrazione e a manifestare tutto quello che vuoi in maniera intenzionale in ogni ambito della tua vita.

Ma da un punto di vista più pratico la “creazione intenzionale” presenta non poche difficoltà: tutto funzionerebbe alla perfezione se non fosse che la vibrazione interiore è forgiata prevalentemente dall’inconscio e dalle memorie vibratorie della tua Anima (Karma).

Nei desideri in cui è richiesto un maggiore spostamento di energia questa logica comincia a vacillare. È come se esistesse uno sfondo pesante, una matrice vibrazionale talmente densa da sovrastare le vibrazioni rilasciate della tua mente conscia. È questo il motivo per cui in pochi riescono ad attrarre ciò che davvero desiderano e per cui molti credono che la Legge di Attrazione non funzioni. È l’inconscio insieme alle memorie dell’Anima ad essere il trasmettitore radio che attrae quasi tutto quello che vive nella tua vita. La tua mente conscia è solo una piccola parte del tuo mondo interiore e di conseguenza possiede poco potere sul tuo polo vibrazionale.

Sei come una struttura multistrato, ogni livello è interconnesso con il resto, ma sono i livelli più profondi a tenere in piedi l’intero complesso. Sono gli abissi interiori a forgiare la tua firma vibrazionale e a creare la tua impronta energetica.

Fin quando la melma interiore vive sedimentata nelle tue profondità interiori, la tua forza attrazionale sarà inquinata da queste vibrazioni subdole e silenziose.

Magari con un buon impegno e una potente forza di volontà riuscirai nel tempo ad ottenere ciò che desideri, ad attrarre una relazione sentimentale per esempio, ma sarà comunque il riflesso di ciò che vive dentro di te. Continuerai a protrarre su di essa i tuoi inquinamenti, i soliti cicli di delusione e insoddisfazione, per vivere una relazione che prima o poi diverrà riflesso di quello che è presente al tuo interno.

 

Ma che cosa sono quindi le memorie dell’Anima e l’inconscio?

 

Le memorie dell’Anima sono i ricordi e le esperienze che la nostra parte immortale ha vissuto nel corso delle sue vite passate. Le memorie non risolte rappresentano il nostro Karma, sono le cosiddette ferite, i conflitti, i drammi, le sofferenze, e tutte quelle avversità che l’Anima desidera guarire e che fa coraggiosamente incarnandosi ogni volta in un nuovo corpo fisico. Non ha fretta di imparare, non è rammaricata se dovrà ripetere più volte il viaggio, sa che prima o poi ce la farà poiché l’Anima è immortale.

L’inconscio invece è il contenitore, è il sacco dove vengono contenute le memorie animiche che come un bagaglio ereditiamo in ogni nuova incarnazione. Esso contiene tutto quello che siamo e che siamo stati lungo il Cammino spirituale come Anime.
Per fare un’analogia la mente può essere rappresentata come un grosso ghiacciaio: la punta dell’iceberg che fuoriesce dall’acqua è rappresentata dalla parte conscia, mentre l’inconscio, è quella parte di ghiacciaio nascosto che si estende nelle profondità dell’oceano. Sono questi abissi a determinare la frequenza vibratoria e a forgiare la nostra realtà circostante.
Per esempio immagina in una vita passata di aver vissuto un dolore fortissimo e traumatico; magari un’aggressione o una violenza. Quella memoria se non risolta e lasciata andare, inizierà ad influenzarti non solo in quella specifica incarnazione ma anche in quelle successive.
Finché non sarà fatto un serio lavoro di accettazione e purificazione, pensiero dopo pensiero, giorno dopo giorno, vita dopo vita, quel ricordo inizierà a rafforzarsi e a divenire parte della tua “impronta vibrazionale”.
Quelle sensazioni, quei pensieri e quelle preoccupazioni irrisolte creeranno un Karma, una memoria energetica che si rifletterà nelle tue esperienze di vita attraverso il principio della Legge di Attrazione.
Fin quando quindi non sarà estirpata la radice di fondo molte circostanze si manifesteranno come riflesso a quello che è impresso dentro di te. Tutto si ripresenterà per farti rivivere quello che non hai compreso e che non sei riuscito ad assimilare come Anima, e ti ritroverai a rivivere episodi simili tra di loro, ciclici, ripetitivi che sembreranno essere espressione di una maledizione.

 

 

CAP.3- LA LEGGE DI ATTRAZIONE AL SERVIZIO DELL’ANIMA

 

 

Tutti i più grandi illuminati e maestri spirituali hanno da sempre illustrato le qualità e i vantaggi nel padroneggiare il proprio potenziale interiore per avere una mente disciplinata e proiettata alla calma e alla consapevolezza interiore.
Buddha per esempio affermava che “poiché tutto è riflesso della nostra mente, tutto può essere cambiato dalla nostra mente”, anche l’illuminato Osho descriveva la mente come “uno splendido meccanismo” dalle mille opportunità, ma metteva in guardia dinanzi ad un uso sconsiderato che potesse renderci vittima della mente stessa, poiché quando la mente prevale sull’Anima, l’Anima dimentica se stessa.

Proprio per questo, uno dei principali obiettivi che si pone questo libro è quello di inserire il potere interiore all’interno di una visione più illuminante e spirituale, dove la mente possa diventare una leale servitrice dell’Anima e non uno strumento capace di imprigionare le persone in cicli karmici pesanti e sofferenti.
In questo nuovo paradigma di attrazione lasci andare la pretesa di controllare la realtà, il bisogno di attirare tutto quello che la mente ti dice di volere o le esperienze che crede di voler fare o la persona che crede di voler amare.
Non ti chiede di dedicare attenzione a ciò che vuoi ma piuttosto a ciò che sei nel profondo. Significa ricalibrare la tua attenzione verso l’interno e occuparti di svuotarti da tutte quelle impurità vibratorie che si riflettono nella tua vita per fare spazio ai raggi luminosi della tua Anima.
Questo non significa cominciare a voler cambiare ossessivamente i propri pensieri, le emozioni negative in positive o a ricostruire la tua mente con nuove convinzioni. Così è solo un mezzo per scappare dalla realtà che ti corrode dentro, un metodo per illuderti che stai cambiando e che stai riuscendo ad allontanarti dal dolore.
Non è sufficiente pensare positivo per risolvere tutto, non è sufficiente provare emozioni positive forzatamente. Ciò che serve per rilasciare il tuo sfondo vibrazionale più pesante è imparare a lasciar andare, perdonare, accettare e imparare ad amarti per ciò che sei. Significa occuparsi di quella matassa di dolore che in pochi hanno il coraggio di affrontare.
Puoi fare ogni tentativo possibile, puoi impegnarti quanto vuoi, ma se non ti occupi prima di questo, attrarrai sempre qualcosa che è riflesso di te e quindi delle tue impurità. Vivrai cicli che ti porteranno a vivere le solite esperienze fallimentari, deludenti o con il medesimo finale. E finché non avrai coscienza di questo, il tuo inconscio e le memorie della tua Anima continueranno ad influenzare i risultati dei tuoi desideri.

 

“Se attrai qualcosa nella tua vita senza però cambiare l’idea che hai di te, non sarai tu a possedere ciò che attrai, ma ciò che attrai che possiederà te”

Giorgia Briata

 

In sostanza la chiave segreta per rendere la Legge di Attrazione al servizio della tua Anima può essere riassunta attraverso una semplice metafora: l’essere umano è come una tazza che strabocca di liquido. Questo liquido in eccesso è formato dalle credenze, dalle paure, dalle ferite emotive e da tutte le memorie antiche dell’Anima che vanno a formare l’impronta energetica con cui ognuno attrae a sè eventi, circostanze e persone nella vita.

Tutti sono stati abituati a convivere con questo liquido, a percepirlo come una parte di sé; ma in realtà la vera natura umana è la tazza stessa. Il liquido è semplicemente un agente esterno che niente ha a che vedere con ciò che siamo realmente. Facciamo fatica a razionalizzare e a prendere coscienza della nostra vera natura spirituale; di quanto la tazza, ovvero l’Anima, sia la ragione della nostra esistenza, e il liquido, l’unica vera ragione della nostra sofferenza e della nostra irrequietezza esistenziale.

Nel momento in cui decidi di ripulirti dal tuo liquido, nel momento in cui realizzi che è il tuo mondo interiore ad avere priorità su tutto, inizierai ad osservare la vera magia della Legge di Attrazione all’opera. Tutto si sistemerà da sé, senza particolari sforzi o tecniche speciali grazie al principio di risonanza.

 

Ricordati una cosa importante: la Legge di attrazione è fondamentale, non perché tu inizi in quarta a cercare di attirare tutto quello che credi di volere, ma per renderti consapevole del fatto che tu sei responsabile di ciò che é intorno a te.

 

Ben presto ci accorgeremo che se ci approcciamo solo con lo scopo di ottenere benifici materiali o per soddisfare le mancanze dell’Ego, ci ritroveremo ogni volta al punto di partenza.
La Verità è che non esiste niente al mondo che può donarti una felicità duratura se non quella che puoi realizzare con la resurrezione della tua Anima. E questo avviene quando decidi di relegare la mente a un ruolo secondario e ti concentri ad esaudire i tuoi desideri animici e non quelli della tua mente egoica.
E’ legittimo ricercare un certo benessere materiale, ma anteporlo alla propria realizzazione animica diviene dannoso per il tuo Karma e per la tua evoluzione.

 

Non è sbagliato usare il potere della Legge di Attrazione per ottenere un certo benessere materiale, se nel farlo non ti lasci seppellire dai beni e dall’avidità; non è sbagliato usarlo per acquisire la salute, se non diventi fanatico del benessere, neppure è un errore servirsene per far aprire le porte delle opportunità, se cerchi opportunità veramente degne per l’Anima e non per sperperare i Doni dell’Universo e appagare le mancanze dell’Ego.*

 

Tu sei un’Anima che si è incarnata per ripulirsi da alcune sue memorie dolorose e per portare nella materia la sua maestria.
Quando metti da parte quello che ti appesantisce, ti agganci alle potenti vibrazioni dell’Anima che sono emanazione di amore e di gioia; impari a riconoscere le richieste della tua parte più profonda e il linguaggio con cui essa si esprime. Inizi ad adottare un approccio più spirituale per scinderti dal tuo Karma, ed essere creatore intenzionale degli intenti e dei desideri più puri della tua Essenza Animica.
E nel frattempo che tu ti impegnerai a fare questo, dato che il simile attrae il simile, la tua realtà inizierà a divenire specchio della tua purezza e della tua nuova frequenza più elevata e cristallina. Poiché come diceva Tiziano Terzani: “Ciò che è fuori è anche dentro, e ciò che non è dentro non è da nessuna parte.”

 

Per quanto riguarda il percorso del libro, questo sarà un vero e proprio cammino suddiviso in tre parti ben distinte: nella prima parte affronterai un processo di consapevolezza in cui realizzerai i processi universali della Legge di attrazione in coesione con la Legge del Karma. Vedrai con chiarezza cosa si muove dentro e attraverso di te, come le vibrazioni vengono influenzate dai programmi dell’Ego e da tutti i corpi sottili che compongono il corpo umano.
Nella seconda parte invece ti riapproprierai degli strumenti per rimuovere e lasciare andare tutte quelle impurità che vincolano la tua vibrazione e che limitano il tuo potere attrattivo e l’emergere della tua Anima.
Infine nella terza parte farai riaffiorare la potenza cristallina del tuo Essere Interiore; ti connetterai alle facoltà e ai doni animici per agire con una nuova consapevolezza più elevata, più saggia e spirituale che ti permetterà di attrarre ogni cosa nel rispetto della tua Anima e del tuo Karma.

Il mio augurio è che questo libro possa darti l’opportunità di ancorarti alla migliore versione di te, che aspetta di emergere ormai da troppo tempo, per farti muovere fiducioso ed entusiasta lungo il sentiero della vita.
Ti auguro di assimilare gli strumenti necessari per lasciare andare i tuoi demoni e fare spazio a quella Luce che spesso viene tappata delle nuvole grigie del tuo cielo interiore.

Tutto è nelle tue mani. Ricordatelo.

 

 

Riccardo Ciattini

 

Nota: per acquistare il libro puoi contattarmi in privato per un pre-ordine con uno sconto del 20%. La data di uscita si aggira intorno a Giugno 2022(questo dipende dalla casa editrice, non da me).

 

Per info puoi contattarmi su tutte le pagine social del IlBen-Essere o sui miei contatti personali.

Email: rikiciatt-9@hotmail.it

Instagram: riccardo.ciattini

Facebook: Riccardo Ciattini

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.