2025: l’alba di un grande cambiamento

2025: l’alba di un grande cambiamento

Esistono dei momenti nella storia dell’umanità che possono essere visti come delle porte d’accesso verso cambiamenti di immensa portata, come dei grandi crocevia che l’umanità è costretta a vivere per ragioni di tipo evolutivo.

Questi periodi sono unici nel loro genere perché sono sempre supportati da transiti astrologici, attività solari e spostamenti planetari che vanno ad influenzare fortemente le attività geomagnetiche, energetiche e collettive di tutto il pianeta.

D’altronde, l’energia vitale che circola in ognuno di noi è la stessa energia che compone l’intero universo. Attraverso il nostro campo magnetico assorbiamo queste frequenze energetiche che arrivano dal cosmo e che, in modo sottile, vanno ad irradiarsi al nostro interno e ad influenzare i nostri processi biologici, mentali ed emotivi.

Pertanto, se il 2025 viene raffigurato come un anno che farà da immenso spartiacque per l’evoluzione umana, è perché ci sono tutti i motivi per considerare questo periodo come una delle più grandi porte d’accesso in cui verrà traghettato il percorso evolutivo dell’intera umanità.

Il 2025 sarà l’alba di un cambiamento epocale che porterà alla costruzione di un nuovo assetto sociale che, negli anni a venire, sarà sempre più evidente agli occhi di tutti.

Per entrare nel dettaglio, i segni a cui sto facendo riferimento sono principalmente due: l’entrata a pieno regime di Plutone in Acquario a fine 2024 e i picchi delle attività solari che raggiungeranno il loro massimo proprio nel 2025. Vediamoli nel dettaglio:

 

PLUTONE IN ACQUARIO (2024- 2044)

 

Il passaggio di Plutone in Acquario è un evento astrologico tra i più significativi. Si tratta di un transito planetario che avviene ogni 250 anni e che perdura per circa 20 anni.

Quando Plutone entra nel segno dell’Acquario, le energie cosmiche che investono la coscienza collettiva tendono a trasformare, purificare e a portare l’umanità verso nuovi scenari societari di immensa portata.

Per rendere chiaro il grandissimo impatto che questo transito astrologico ha sul futuro dell’umanità, basta osservare gli eventi storici che si sono verificati nei precedenti passaggi planetari in cui Plutone è entrato nel segno dell’Acquario.

L’ultima volta che si è verificato questo transito astrologico è stato tra il 1776 e il 1796, periodo costellato da grandi rivoluzioni societarie come la nascita degli Stati Uniti di America con la famosa Dichiarazione d’indipendenza (1776), le conseguenti Guerre di Indipendenza (1776-1783) e la iconica Rivoluzione francese (1789-1799). Il tutto contornato dalla prima rivoluzione industriale.

Ma non è tutto, perché scavando più a fondo nei registri passati di questo transito astrologico, si può notare che anche nel penultimo passaggio di Plutone in Acquario le cose non cambiarono di una virgola.

In quel periodo Martin Lutero affisse le sue 95 tesi, innescando una reazione a catena che mutò il corso della storia con la famosa riforma protestante. Inoltre, sempre in quel ventennio Copernico elaborò la teoria eliocentrica che dimostrò empiricamente come non fosse il sole a girare intorno alla Terra, ma fosse la Terra a compiere un’orbita intorno al Sole.

Anche in questo caso, il tutto contornato da un periodo di grandi cambiamenti sociali prodotti da un’altra ondata rivoluzionaria: il Rinascimento.

Osservate le similarità. Osservate come ciclicamente quando Plutone entra in Acquario le società attraversano grandi trasformazioni.

I sistemi di potere vacillano, le masse si risvegliano a una nuova consapevolezza e i movimenti popolari che nascono a conseguenza di questo risveglio spingono le alte cariche a cambiare in nome di ideali superiori.

250 anni fa le più importanti monarchie dovettero subire immensi cambiamenti sociali-politici, mentre 500 anni fa il dominio della Chiesa cominciò a vacillare con le tesi di Martin Lutero e le scoperte scientifiche di Copernico.

Quindi, quando Plutone entra in Acquario il mondo cambia e lo fa in modo drastico. Non usa mezzi termini, agisce e basta.

 

PICCO DELLE ATTIVITA’ MAGNETICHE DEL SOLE

 

Se il 2025 possiede l’identikit perfetto per essere considerato l’anno che rivoluzionerà l’andamento della società umana, non è solo per i cambiamenti astrologici che si profilano all’orizzonte ma anche per le immense variazioni del campo magnetico del Sole che sono destinate a culminare proprio nel 2025.

Infatti, come confermato da tutti i più grandi istituti scientifici, nei prossimi mesi il Sole raggiungerà il suo picco massimo nelle attività magnetiche, causando delle potenti scariche magnetiche (brillamenti solari) che investiranno l’intero sistema solare.

Come viene spiegato da Wired: “Quello che succede è che le onde magnetiche polarizzate in modo opposto si smuovono, rispettivamente, dai due poli del Sole (nord e sud) per incontrarsi in corrispondenza dell’equatore. Quando queste onde si trovano circa a metà del loro cammino, il campo magnetico del sole si inverte, cioè il nord diventa sud e il sud diventa nord. Questo momento di “scambio” corrisponde al picco di attività di cui abbiamo parlato fino ad adesso“.

Tuttavia, la cosa interessante è che storicamente quando il sole raggiunge i suoi picchi solari anche l’umanità tende a vivere forti cambiamenti societari di immensa portata.

Come confermato da alcuni studi scientifici, l’aumento della violenza, il tasso di criminalità, i disordini sociali, le rivoluzioni e la frequenza degli attacchi terroristici possono essere collegati ai cicli solari e ai conseguenti disturbi nel campo geomagnetico del pianeta e della coscienza collettiva.

Per fare qualche passetto indietro, le prime prove scientifiche giunsero circa un secolo fa dallo scienziato scienziato russo Alexander Tchijevsky, quando notò nel corso dei suoi studi sulle variazioni solari come le battaglie più dure durante la prima guerra mondiale si verificarono durante i periodi di punta delle macchie solari.

Interessato da questa corrispondenza, Tchijevsky studiò tutti gli eventi collettivi che si verificarono durante la storia umana dal 1749 al 1922. E ciò che emerse è che tutti i periodi più significativi erano sempre preceduti da massicce attività magnetiche del Sole.

Ma la cosa più incredibile che, personalmente, quando la notai mi fece sobbalzare dalla sedia, è che osservando il grafico ricostruito dall’Istitute of HealthMath (reperibile sulla mia rivista digitale Scienza Spirituale), si può constatare come il picco solare più forte tra il 1922 e il 1749 è avvenuto proprio 250 anni fa, quando Plutone entrò nel segno dell’Acquario. Non dieci anni prima, non dieci anni dopo ma proprio in quel periodo esatto.

Ovviamente, i picchi solari non sono solo i fautori di grandi disordini sociali, ma sono anche i promotori di periodi di grande fioritura umana in cui avvengono forti impulsi nell’architettura, nelle arti, nella scienza e nello sviluppo sociale. Questo perché le energie cosmiche non vengono mai per distruggere, ma per ripulire dal vecchio e portare nuove trasformazioni più funzionali al percorso evolutivo dell’umanità.

 

CONCLUSIONI

 

Come abbiamo potuto vedere, i segni che ci giungono dal cosmo sono inequivocabili: siamo all’alba di un grande cambiamento sociale che potrebbe modificare l’intero assetto mondiale.

Se questa trasformazione sarà drastica o minima, se si rivelerà un bene o un male per l’umanità, dipenderà da come le persone sceglieranno di usare il loro libero arbitrio, da come sceglieranno di rispondere agli impulsi che riceveranno dal cosmo.

Questo perché anche se l’umanità non ha la grande libertà di scegliere quando entrare dentro queste porte d’accesso – poiché sono sempre le correnti cosmiche a sancire le tempistiche con la quale queste porte si aprono e si chiudono – avrà sempre, invece, il pieno potere di scegliere come attraversarle e quali semi seminare all’interno di questi periodi storici.

Riccardo Ciattini

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

 

Tag: #grande cambiamento collettivo #futuro della terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *