Studio 35:lo studio che dimostra l'esistenza della coscienza globale


Abbiamo già trattato questo argomento in uno dei nostri precedenti articoli "La Coscienza Globale esiste: le scoperte della scienza" e "Costruisci la tua realtà con il potere della mente e del pensiero". All'interno di questa lettura abbiamo elencato numerosi esperimenti che ne dimostrano la sua esistenza e quanto tutti gli esseri umani siano interconnessi attraverso un campo energetico non percettibile ai sensi fisici. 


Effetto Maharishi


L’effetto Maharishi nasce dall’omonimo maestro spirituale Maharishi Mahesh Yogi, un personaggio che ha fatto parlare di sé nel corso del ventesimo secolo, fondatore della tecnica conosciuta come Meditazione Trascendentale e del movimento ad essa relativo.

In termini pratici l’effetto Maharishi si manifesterebbe nel momento in cui un insieme di persone svolge in gruppo la meditazione trascendentale, riuscendo a dirigere il proprio pensiero in una particolare direzione. 

Questo permetterà di assistere ad un netto miglioramento delle tendenze sociali in un’ampia zona circostante, come la riduzione della criminalità, degli incidenti, delle malattie e di altri problemi come perfino un miglioramento dell’economia.

Secondo le teorie del maestro indiano, il cervello umano sarebbe infatti in grado di espandere la sua vibrazione nell’ambiente circostante influenzando positivamente la persone e ogni avvenimento.

In concomitanza con le pratiche dello Yogi Maharishi, nel 1970 Herbert Benson e Robert Wallace, medici dell’università di Harvard, iniziarono i loro studi sulle conseguenze e sugli effetti della meditazione sul cervello. Concentrarono i loro studi appunto sulla Meditazione Trascendentale di Maharishi ,ottenendo misure concrete per la diminuzione dell’ansia e dello stress nelle persone che praticavano regolarmente la MT. Una scoperta ancora più interessante fu quella mostrata dagli elettroencefalogrammi dei meditanti. Le onde cerebrali entravano in risonanza, in altre parole il pensiero di tutti i praticanti si allineava e si coordinava entrando in fase, come se fossero tutti collegati, come se fossero un unico pensiero.


STUDIO 35: L'ESPERIMENTO PIU' RIVOLUZIONARIO DI SEMPRE


Questo esperimento soprannominato anche studio 35,venne portato avanti a Washington DC nel 1994.I ricercatori, guidati da John Hagelin, un rinomato fisico quantistico, avviarono questo importante studio sociale. L’idea era di mostrare quanto sia facile e semplice ridurre il crimine e lo stress sociale usando la meditazione per intervenire sul campo della coscienza globale. Il tutto ebbe inizio quando un gruppo di ricercatori annunciò che 4000 volatori Yoga, si sarebbero apprestati ad avviare questo programma di meditazione per circa tre mesi, e sarebbero riusciti a diminuire la criminalità del 20%  nella città di Washington Dc, migliorato le condizioni generali di vita della cittá e il governo avrebbe iniziato a funzionare in modo più efficiente. Questa previsione venne inviata via fax a 1900 numeri , tra questi contatti erano presenti ricercatori, senatori, politici e 375 mezzi di comunicazione diversi. La previsione fu annunciata in televisione e riportata da un buon numero di media, tra cui CNN, Associated Press, Washington Post e Washington Times. Circa quaranta studi precedenti avevano già dimostrato il potere dell’effetto Maharishi ,quindi la comprensione di questo fenomeno era già ben consolidata, almeno con il gruppo di ricerca, se non con le autorità. Questa volta, ciò che i ricercatori intendevano fare era fare una grande impressione nella capitale più importante del mondo. L’idea era di attirare l’attenzione delle autorità competenti sulle immense possibilità di combattere il crimine e la prevenzione della guerra usando la meditazione di gruppo. In quegli anni Washington contava una percentuale di criminalità altissima, che stava preoccupando governo e comunità locali. I dati statistici inoltre mostravano come l’apice della criminalità nel corso annuale veniva raggiunto in estate. Pertanto l’esperimento meditativo venne portato avanti proprio nel periodo estivo. Tuttavia la curiosità della cittá iniziò a farsi sempre più forte, ma lo scetticismo non era da meno. Il capo della polizia quando sentì questa previsione, non era solo un po’ scettico, andò in televisione, e dichiarò: ”L’unica cosa che potrà ridurrà il crimine del 20% sono 20 pollici (50 cm) di neve.L’ armonia mentale’ da sola non lo farà”. L’esperimento come spiegato prima avvenne d’estate, per cui ‘20 pollici di neve’ era il suo modo per dire: “è impossibile”. Per escludere ogni dubbio circa la completa oggettività di questo studio, fu formato un comitato di 24 membri composto da ricercatori nel campo della criminalità, sociologi, politici e membri delle forze di polizia di Washington. Tutti avevano una cosa in comune: nessuno di loro era collegato con l’organizzazione della Meditazione Trascendentale.


Foto: I 4000 meditatori riuniti a Washington DC


L’esperimento perciò, partì con la formula di partenza della radice quadrata dell’1% della popolazione di Washington DC, circa quindi 173 volatori.
Ma successivamente, si ritenne necessario creare e superare "la formula Maharishi", ed ampliare il numero dei volontari secondo la base della radice quadrata dell'intero paese americano. Quindi, invece di puntare a riunire 173 volatori, il team di studio decise di richiamare oltre 1.750 persone, ovvero l’1% dell’intera popolazione americana. I motivi di questo importante cambiamento nella formula standard, si basava sull’importanza di Washington DC come capitale nazionale della maggiore superpotenza mondiale .I ricercatori calcolarono che per stimolare un rapido declino della criminalità locale, il gruppo TM-Sidha sarebbe dovuto essere in grado di gestire molto di più del semplice livello stress collettivo generato localmente. Questo perché la capitale americana non comprende solo istituzioni nazionali come la Presidenza, la Corte suprema di giustizia, il Congresso e molte altre organizzazioni governative nelle vicinanze, ma ospita anche il Pentagono, il Dipartimento di Stato e il quartier generale della CIA. Pertanto, fu il motivo per cui i ricercatori videro la città come un punto focale di stress collettivo che portava Washington DC ad avere un tasso di criminalità tre volte superiore alla media nazionale.

Durante i primi mesi del 1994, prima quindi del progetto di ricerca, il crimine violento era in costante aumento. Questo trend è proseguito anche nelle prime due settimane dall’inizio del progetto, tuttavia,con l’aumentare del numero del gruppo meditante, il crimine violento cominciò ad avere un forte declino.


Da allora,fino alla fine dell’esperimento,la criminalità scese fino al 23,3%.Questo dato venne raggiunto quando la dimensione del gruppo raggiunse il suo massimo nella fase finale del progetto(circa 4000 volontari).I ricercatori testarono i loro risultati per altre possibili cause, quali temperature, precipitazioni, fine settimana e attività anti-criminalità della polizia e della comunità.Ma niente poteva essere attribuito a nessuna di queste altre possibilità.Tuttavia,come previsto dai ricercatori,conlcuso il progetto i crimini cominciarono a riaumentare nella città di Washington DC.C’è da evidenziare che oltre alla criminlità,nel corso dei tre mesi,anche una serie di altri miglioramenti si crearono grazie a questo esperimento:


• Riduzione delle chiamate psichiatriche di emergenza.

• Riduzione dei casi da trauma ospedaliero.

• Diminuiti i reclami contro la polizia .

• Decessi accidentali ridotti.

• Miglioramento dell’indice di qualità della vita. 

“... Il potenziale impatto di questo esperimento supera quello di qualsiasi altro programma di ricerca sociale o psicologica in corso. È sopravvissuto a una gamma più ampia di test statistici rispetto alla maggior parte delle ricerche nel campo della risoluzione dei conflitti.Questo lavoro e la teoria su cui si basa si meritano la più seria considerazione da parte di accademici e politici. “


David Edwards Ph.D., professore di governo, Università del Texas ad Austin.


Se hai apprezzato l’articolo non scordarti di iscriverti alla newsletter del sito per rimanere aggiornata sulle attività della pagina. Inoltre potrai trovarci anche su Facebook(qua)e su Instagram (qua).


Stammi bene, un saluto Riccardo



NOTA:Se sei una persona interessata a comprendere gli enigmi e i misteri che fanno parte del nostro processo di vita, allora potrebbe interessarti anche la rivista gratuita prodotta dal nostro team che unisce scienza e spiritualità.




Che cos'è Scienza Spirituale? Si tratta di una delle riviste digitali più lette in Italia, in grado di unire il mondo della scienza con quello della spiritualità.

All'interno troverai numerose scoperte che ti permetteranno di esplorare e comprendere i meccanismi dell'Universo ,elevandoti verso una nuova percezione della realtà.

La rivista Scienza Spirituale mette al centro le indagini scientifiche e lo sviluppo della consapevolezza della coscienza umana. In cui l'essere umano non viene visto solo come un sistema composto da organi e vasi sanguigni, ma bensì un sistema formato da un corpo,una mente e un'anima.

Se vuoi quindi entrare a conoscenza di incredibili scoperte e comprendere i misteri della tua realtà circostante clicca (QUA) per leggere gratuitamente la rivista digitale.